0 00 5 min 3 mesi 36
Foto: © Official Twitter Italia
Due gioielli, uno di Barella e l’altro di Insigne, stendono i Diavoli Rossi: Belgio in gol con Lukaku su un rigore molto generoso concesso da Vincic. Martedì a Wembley la semifinale contro la Spagna

È festa Italia. All’Allianz Arena di Monaco di Baviera gli azzurri battono il Belgio 2-1 e volano in semifinale. Match tutt’altro che semplice per i ragazzi di Mancini: si lotta, si soffre, Donnarumma e Spinazzola salvano il risultato, Barella e Insigne inventano due gioielli che consentono all’Italia di andare a caccia della finale, martedì a Wembley contro la Spagna. Unica nota dolente il grave infortunio al tendine di Achille di Spinazzola. “È stata una grandissima partita, meritavamo di più e di non soffrire“, le parole di Roberto Mancini al termine del match. “Loro sono forti e noi abbiamo giocato benissimo, stiamo migliorando e la strada è lunga. Ringrazio i ragazzi per quello che hanno fatto, ero sicuro che avrebbero fatto una grande gara. Spinazzola? Speriamo non sia grave, la dinamica non è stata bellissima“. Ora la semifinale: “Vediamo dove arriveremo, ora pensiamo solo a recuperare perché la prossima sarà durissima contro la Spagna, ma oggi i ragazzi sono stati stupendi“.

IL MATCH

Inizio aggressivo dei belgi che da pronostico si affidano principalmente Lukaku, intento ad attaccare la profondità alle spalle del duo BonucciChiellini. Gli azzurri si affidano al palleggio, ma fanno fatica a trovare spazio: i “Diavoli Rossi” infatti si chiudono bene. Italia in gol al 13′ con Bonucci, ma la posizione dello juventino era di fuorigioco. L’episodio porta i ragazzi di Martinez a rialzare il ritmo: al 22′ ci vuole un intervento prodigioso di Donnarumma per negare il gol a De Bruyne. Poco dopo è ancora il portiere ad opporsi a Lukaku. Per l’Italia ci prova Insigne, tiro a giro fuori non di molto.

Al 31′ azzurri in vantaggio: errore della retroguardia belga, Barella conquista palla, va in dribbling e fulmina con un diagonale Courtois. Diavoli Rossi subito in avanti per raddrizzare il match, la squadra di Mancini si chiude bene. Pericoloso Chiesa al 40′, spreca Immobile al 43′. Chi non sbaglia è Lorenzo Insigne: al 44′ salta Tielemans, il suo tiro a giro è imprendibile per Courtois. Nel recupero l’arbitro Vincic concede un rigore molto generoso per un contatto tra Di Lorenzo e Doku: Lukaku dal dischetto batte Donnarumma.

FORCING BELGIO, L’ITALIA RESISTE

Ripresa più nervosa, complice anche il rigore facilmente concesso da Vincic. Azzurri molto concentrati, tra i Belgi si mette in mostra Doku. Dal suo piede parte l’azione che porta Lukaku vicino al pareggio, salva tutto Spinazzola. Altra occasione per i Diavoli Rossi al 70′: Mertens e Chadli appena entrati confezionano l’assist per Lukaku che da pochissimi passi manca l’impatto col pallone. Sfortunato Chadli: dopo 2 minuti è già costretto ad uscire per infortunio muscolare. Spinge il Belgio, all’83’ pericoloso Doku: salta due azzurri, destro di poco alto sulla traversa. Forcing finale, ma è l’Italia a gioire.

TABELLINO

Belgio (3-4-3): Courtois; Alderweireld, Vermaelen, Vertonghen; Meunier (70′ Chadli [74′ Praet]), Tielemans (69′ Mertens), Witsel, T. Hazard; De Bruyne, Lukaku, Doku
A disposizione: Kaminski, Sels, Boyata, Denayer, Trossard, Batshuayi, Benteke, Carrasco, Dendoncker Ct. Martinez

Italia (4-3-3): G. Donnarumma; Di Lorenzo, Bonucci, Chiellini, Spinazzola (79′ Emerson); Barella, Jorginho, Verratti (74′ Cristante); Chiesa (90′ Toloi), Immobile (74′ Belotti), Insigne (79′ Berardi)
A disposizione: Sirigu, Meret, Acerbi, Locatelli, Pessina, Bernardeschi, Bastoni Ct. Mancini

Arbitro: Vincic (Slo) Var: Dankert (Ger) Avar: Fritz (Ger), Gittelmann (Ger), Gil (Pol)
Reti: 31′ Barella 44′ Insigne 45’+2 Lukaku (rig)
Ammoniti: Verratti (I), Tielemans (B), Berardi (I)
Angoli: 8-5
Recupero: 1′ p.t., 5′ s.t.

ITALIA-BELGIO, GLI HIGHLIGHTS: CLICCA SUL LINK

https://www.raiplay.it/video/2021/07/Belgio-Italia-1-2-la-sintesi-Euro-2020-Campionati-Europei-di-calcio-del-02-07-2021-61a1c157-90c5-4e53-94f7-83f40d428d93.html

BELGIO-ITALIA, LE PAGELLE DEGLI AZZURRI