0 00 6 min 2 settimane 232

di Salvatore Nappo

Mi ero proposto di non scrivere affatto sul PD e sul suo congresso “costituente” che si concluderà il prossimo 26 Febbraio, ma dopo aver ascoltato ieri (22/01 n.d.r.) i 4 “moschettieri” nella trasmissione della ex presidente della Rai, Lucia Annunziata, anch’ella tifosa del PD, tento di dare una mia modesta impressione;
Possiamo sicuramente dire che “Se vogliamo che tutto rimanga come è, bisogna che tutto cambi” è una famosissima frase pronunciata da Tancredi, nipote del principe Fabrizio Salina nel celebre romanzo “Il Gattopardo” di Giuseppe Tomasi di Lampedusa, si questo è certo, anzi certissimo, abbiamo assistito ieri al fra i 4 candidati alla segreteria del PD che praticamente non hanno detto nulla di nuovo, non abbiamo sentito nulla su cosa è successo il 25 Settembre che ci ha consegnato il primo governo di destra dal 1943.

Perso un milione di voti

Ad oggi, ricordiamo che alle ultime politiche il PD ha perso quasi 1 milione di voti, non abbiamo sentito nulla sulla tragedia della guerra infinita in Ucraina, anzi i 4 hanno ribadito che per adesso è fondamentale inviare ancora armi, non abbiamo sentito nulla su come combattere l’inflazione che è ancora all’11,6%, mentre negli altri paesi di eurolandia l’inflazione comincia a calare, non abbiamo sentito nulla sulla riforma dell’autonomia differenziata, voluta fortemente dalla Lega, e che sarà un massacro per il sud, d’altra parte uno dei candidati, addirittura è a favore !!! Non abbiamo sentito nulla sulla riforma presidenzialista che è nelle intenzioni del governo; non abbiamo sentito nulla sulla lotta alla mafia ed alla corruzione, eppure i fatti di questi ultimi giorni, la cattura dell’ultima primula rossa di cosa nostra, ma anche dell’inchiesta Qatargate, sono di una importanza epocale, direi, invece nulla, così come non si è capito come si ricostruisce questo paese, a partire dalla questione delle questioni, il lavoro !!!. Cioè qual è la ricetta per attrarre investimenti, sviluppare e come dire “mettere a terra” il PNRR che insieme ai fondi strutturali 2021-27, fanno si che l’Italia avrà a disposizione oltre 270 miliardi di euro nei prossimi anni, che idea di sviluppo hanno questi signori/e ?

Sei milioni di italiani vivono al di sotto della soglia di povertà

Rispettabili e tutti molto simpatici/che, che cosa dicono sui 6 milioni di italiani che vivono sotto la soglia di povertà, oltre 2,5 milioni di essi hanno un lavoro, ma da oltre un anno, più di 1,5milioni di questi italiani li vediamo in fila per un aiuto alimentare presso associazioni laiche e religiose, dal nord al sud del paese, che cosa propongono sui disperati che arrivano sulle nostre coste, in cerca di pace, salvezza, sicurezza, e costretti oltre a sfidare la morte nei campi prima della partenza, adesso, grazie al DL a firma del ministro degli interni, sono costretti ad affrontare migliaia di km in navigazione, spesso con il mare in burrasca, verso il POS (place of safety) indicato dalle autorità !!!

Un partito lontano dai problemi delle persone

Ribadiamo il concetto: nulla abbiamo contro il PD ed il suo congresso, davvero tutto suo, ma certamente da semplici ed umili osservatori delle cose che accadono in questo strano paese, non possiamo non sottolineare quanto distante sia il PD dagli uomini e donne di questo paese, quanto distante è da chi ha problemi di salute, dagli studenti, dai disoccupati, dai giovani laureati che per vedere realizzato il loro sogno, dopo anni di duro studio, sono costretti ad emigrare a Londra piuttosto che a Parigi o Amsterdam per vedere coronato il loro sogno di avere un lavoro degnamente pagato, quanto distante è da chi non arriva alla seconda settimana del mese, quanto distante è dai problemi del sud, che sono davvero diventati molto seri, soprattutto in materia di sanità pubblica e scuola, si vediamo un PD, o meglio lo abbiamo sempre visto, distante da tutto questo mondo reale ed in carne ed ossa, forse perché ha sempre pensato a rimanere ancorato, anche senza una vittoria elettorale, e questo è durato oltre 10 anni, alle poltrone del palazzo dimenticandosi, vogliamo dire così, di che cosa significa governo di un paese, del resto cosa possiamo dire dopo gli ultimi 10 anni del PD, egregi signori gli ultimi 10 anni su 11 ci siete stati voi al governo di questo paese, e se il paese è combinato così ve lo fate un serio esame di coscienza, vi cospargete il capo di cenere e cominciate a mettervi in sintonia con il paese reale sul serio ??? ce la fate a fare “questa traversata nel deserto” per usare le parole di uno di voi candidati ???;
Se non fate questo, ma pensate a far rientrare qualche eminenza grigia, anch’esse responsabili di questo sfacelo, se pensate di cantarvela e suonarvela a vostro uso e consumo, se pensate che in 3 mesi avete perso il 5%, se pensate di rimescolare solo le carte, ma il gioco sarà sempre lo stesso e cioè “cambiare tutto per non cambiare niente” beh ! allora siete destinati a scomparire, ma non lo diciamo con gioia, lo diciamo con la realtà che dopo 15 anni il vostro fallimento è nei fatti ed irreversibile; infine una nota di carattere provinciale, Caserta unica provincia in Italia a non aver ancora la commissione per le primarie, come si dice come inizio non c’è male !!!
Tanti auguri al vostro PD, ne avete davvero bisogno.