0 00 2 min 2 settimane 115

Il Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Napoli ha sottoposto a sequestro una pistola e oltre duecento grammi di sostanze stupefacenti e nel rione Moscarella di Castellammare di Stabia, area in cui insiste una nota piazza di spaccio controllata da soggetti affiliati a un clan camorristico. A seguito di pregressa attività info-investigativa, le Fiamme Gialle della Compagnia di Castellammare di Stabia, unitamente a un’unità cinofila antidroga del Gruppo Pronto Impiego Napoli, hanno eseguito un accesso
all’interno di un condominio, rinvenendo ben 169 dosi di cocaina, 123 di crack e 3 di marijuana nonché un bilancino di precisione, contenuti in un involucro di plastica occultato tramite magneti all’interno della cassetta metallica. Sono state eseguite, dunque, perquisizioni domiciliari presso le abitazioni di diversi pregiudicati sospettati di essere i proprietari della sostanza stupefacente sequestrata. Nel corso delle attività, un soggetto ha tentato di disfarsi di una pistola Beretta cal. 7,65, con matricola parzialmente punzonata e relativo caricatore privo di munizioni, gettandola dalla finestra avvolta in un panno bianco in un terrapieno adiacente.
L’arma e gli stupefacenti sono stati sottoposti a sequestro e il responsabile, un 47enne originario del luogo, è stato denunciato alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Torre Annunziata. L’operazione di servizio si inquadra nell’ambito della costante attività di controllo del territorio disposta dal Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Napoli, nelle aree più sensibili e a maggiore densità criminale.