0 00 3 min 2 settimane 227
Un progetto di innovazione didattica, finalizzato a sviluppare la cittadinanza sociale nelle scuole, mediante l’attività di ricerca e monitoraggio civico dei finanziamenti pubblici europei e nazionali

dal team ‘O Soul mio del Liceo Don Gnocchi

“Nel Piano d’Azione Coesione 2014-2020 trova ampio spazio il tema della cultura e del patrimonio culturale in quanto elementi capaci di creare un asset a livello nazionale, unificatore delle potenzialità dei territori”. E’ quanto sostenuto dalla Dott.ssa Antonia
Girfatti all’incontro di monitoraggio dell’attività del team del Liceo Don Gnocchi di Maddaloni. “Infatti, parallelamente al tema “omogeneità e qualità dei servizi per i cittadini”, continua la Dott.ssa Girfatti di Europe Direct di Caserta, “per massimizzare il valore del grande patrimonio culturale della nostra regione e coinvolgere attivamente la cittadinanza bisogna sempre creare le condizioni e le situazioni attrattive da trasferire all’attività portata avanti, ma soprattutto bisogna saper comunicare questo lavoro”. Ciò significa soddisfare le esigenze e caratteristiche del monitoraggio civico del Progetto Napoli Teatro Festival, scelto dal team ‘O Soul mio del Liceo Don Gnocchi. Il progetto è al centro della sperimentazione internazionale “At the School of OpenCohesion” che ha già coinvolto 5 Paesi dell’Unione europea. La rete Europe Direct invece è promossa e coordinata dalla Direzione Generale Comunicazione della Commissione europea e conta diversi Centri in Italia e nell’Unione europea. Agisce come intermediario tra l’Unione europea e i cittadini a livello locale e si occupa di informazione e comunicazione sul territorio, organizzando iniziative e progetti rivolti ai cittadini. “I Centri Europe Direct sono la rete che avvicina l’Europa ai suoi cittadini”, fa sapere la Dott.ssa Girfatti, che sostiene e accompagna le scuole della provincia di Caserta che partecipano al progetto di A Scuola di OpenCoesione. Un progetto di innovazione didattica, finalizzato a sviluppare la cittadinanza sociale nelle scuole, mediante l’attività di ricerca e monitoraggio civico dei finanziamenti pubblici europei e nazionali. Il team del Don Gnocchi, guidato dal docente referente, Prof. Elio Bove, con la collaborazione della Prof.ssa Angela Sarracco, docente di supporto, sta per chiudere la seconda lezione delle 4 previste. In questa, ha ricordato la Dott.ssa Girfatti, “bisogna far parlare i dati. Quei dati aperti che possono essere liberamente utilizzati, riutilizzati e ridistribuiti, per cercare di dare una spinta decisa al movimento dei dati aperti (Open Data) in Italia”.