0 00 2 min 1 mese 112

Inclusione e cura degli animali su un bene confiscato alla camorra: saranno inaugurati ufficialmente venerdì 24 febbraio il rifugio e lo spazio per la petterapy in via Tronara a Cancello ed Arnone. Con il sindaco Raffaele Ambrosca e l’assessore Gabriela Di Vuolo, ci saranno il consigliere regionale Giovanni Zannini e l’assessore regionale alla Legalità prefetto Mario Morcone. L’appuntamento è per le 10,30 per il taglio del nastro. «Consegniamo alla nostra comunità un’opera attesa da tutti per l’alto valore sociale che ha – ha evidenziato soddisfatto l’assessore Di Vuolo – la cura e l’attenzione per gli animali, infatti rappresentano degli indicatori sulla qualità di vita di una comunità. Con lo spazio di via Tronara come amministrazione siamo riusciti a realizzare un luogo accogliente e sicuro per i nostri amici a quattro zampe. Allo stesso tempo abbiamo creato una struttura che consentirà di portare a zero per l’amministrazione il costo per la cura degli animali, con un significativo risparmio per l’ente che senza sostenere costi riesce a garantire un servizio anche superiore. Come se non bastasse con la petterapy quell’area faciliterà l’inclusione e l’inserimento nel nostro contesto sociale di bambini ed adulti con problemi. La cosa che ci inorgoglisce di più è che tutto questo avverrà su un’area sottratta alla criminalità organizzata. Non è un caso che si parla di un ‘modello Cancello ed Arnone’ per la capacità che abbiamo avuto di riuscire a conciliare tutti questi risultati».