0 00 5 min 1 mese 360
“Ho dimenticato il telefono in macchina, arrivo subito!”. Dall’altra parte della provincia due ladri si calano da un terrazzo di un appartamento dopo aver rubato gioielli. Due arresti dei Carabinieri

Due furti in abitazione, due arresti dei Carabinieri. Il primo nel comune di Qualiano, nella provincia nord-occidentale di Napoli. Il secondo al polo opposto, nel comune Santa Maria La Carità.

Si parte da via Alcide De Gasperi a Qualiano. I carabinieri della sezione radiomobile di Giugliano in Campania sono di pattuglia in zona. La notte è tranquilla, la città semivuota. C’è poca gente in giro e i militari notano facilmente due persone calarsi dal primo piano di un condominio.

Sono vestite di nero ed entrambi hanno un berretto da baseball: lo stereotipo del topo d’appartamento.

Scappano, sanno di essere stati beccati.

Le luci blu dei lampeggianti sono sempre più vicine, sono alle loro spalle.

I carabinieri bloccano uno dei due, quello con la refurtiva. L’altro riesce a scappare.

Si tratta di Nicola Del Prete, 40enne di Piscinola già noto alle forze dell’ordine

Gli oggetti rubati poco prima (quasi esclusivamente gioielli) sono stati restituiti al proprietario che in quel momento era fuori città.

Il 40enne è stato portato in carcere, in attesa di giudizio mentre per il complice continuano le indagini.

A oltre 50 km di distanza ma ancora nella provincia partenopea, un militare del Nucleo Investigativo di Napoli libero dal servizio passeggia in Via Pioppelle insieme a moglie e figli.

E’ in licenza ma come recita un adagio da caserma “non si smette mai di essere carabiniere”.

L’occhio allenato e l’abitudine a interpretare le anomalie nell’ambiente circostante consentono all’appuntato di comprendere che quella donna poco lontana non ha buone intenzioni. Il suo è un viso nuovo e in quella zona conosce praticamente tutti. Il militare dice nulla ai familiari per evitare di spaventarli.

Si allontana dicendo loro di aver dimenticato il cellulare in auto e si apposta pochi metri alle spalle della giovane donna. Questa in pochi secondi forza la serratura del cancello di una villetta ed entra in casa.

L’appuntato compone il 112 e chiede l’intervento di una pattuglia.

La donna è ancora all’interno, non ha altre vie di fuga.

E così il militare e i carabinieri della sezione radiomobile di Castellammare di Stabia entrano nell’abitazione e bloccano la giovane prima che possa fuggire.

Ai suoi piedi già alcuni oggetti scelti per essere portati via.

In manette Giulia Jovanovic, 31enne casertana già nota alle forze dell’ordine.

Ora è ristretta in camera di sicurezza, in attesa di raccontare al giudice la sua versione dei fatti.

Durante i mesi estivi molte città si svuotano e questo può attrarre l’attenzione di potenziali malintenzionati. Quelli che seguono sono alcuni consigli dei Carabinieri per proteggere le vostre abitazioni.

1. Organizzatevi con i vicini di casa o conoscenti di fiducia, comunicando loro i vostri piani di viaggio e chiedendo loro di tenere d’occhio la vostra abitazione. La sorveglianza reciproca è un potente deterrente contro i furti.

2. Utilizzate dispositivi timer per accendere e spegnere le luci durante la vostra assenza. Considerate l’installazione di un sistema di allarme o videosorveglianza per garantire un livello extra di protezione.

3. Chiedete a qualcuno di fiducia di raccogliere la vostra posta e rimuovere i giornali accumulati, in modo da non dare l’impressione di una casa vuota.

4. Evitate di condividere dettagli riguardanti le vostre ferie sui social media, specialmente se i vostri profili sono accessibili a tutti.

5. Assicuratevi che tutte le serrature e le finestre siano ben chiuse e sicure prima di partire.

6. Considerate l’utilizzo di dispositivi che simulino la vostra presenza in casa, come programmare la televisione o la radio per accendersi in determinati momenti della giornata.

7. Conservate i vostri oggetti di valore in luoghi sicuri e non facilmente accessibili.

8. Assicuratevi che le zone esterne della vostra casa siano ben illuminate, in modo da scoraggiare potenziali malintenzionati.

9. Prendetevi il tempo per conoscere i vostri vicini e partecipare alla vita di quartiere. Una comunità unita può contribuire a mantenere un ambiente più sicuro per tutti.

10. In caso di avvistamenti sospetti o attività insolite nei dintorni della vostra abitazione, non esitate a segnalare immediatamente al 112

Gli arrestati:

(Santa Maria La Carità) Giulia Jovanovic, nata a Caserta il 06.05.1992

(Qualiano) Nicola del Prete, nato Napoli il 04.06.1983