0 00 2 min 5 anni 181

Spesso si sono punzecchiati, evidentemente per un mare di ideologie che li separa e per posizioni politiche che viaggiano su binari completamente opposti. Ma l’ex consigliere Luigi Bove e l’esponente del PD, Francesco Costantino, hanno più di un punto in comune.
Via Cancello, roghi, sversamento abusivo di rifiuti, manto stradale e soprattutto la tematica inerente alla video sorveglianza.
Entrambi, stamattina, hanno protocollato una nota indirizzata, fra gli altri, al Commissario Straordinario del Comune di Maddaloni, Samuele De Lucia.
Il punto in comune, sebbene in termini differenti, è la situazione del controllo del territorio con gli strumenti di video sorveglianza.
Costantino, in parole povere, chiede delucidazioni in merito alla situazione dei suddetti strumenti di controllo, in virtù delle delibere del consiglio comunale e quelle di giunta, relative all’istituzione del registro delle aree pubbliche e private dove avvengono con preoccupante regolarità, lo sversamento di rifiuti; quelle stesse aree che spesso sono oggetto anche di roghi.
Come il democratico, anche Bove si batte da tempo sulla stessa tematica.
Questa mattina, Bove, si è recato presso l’ufficio protocollo per esporre la problematica dello sversamento dei rifiuti in via Pintime. https://staging.giornalenews.it/monnezzopoli-quarta-puntata-via-pintime-la-curva-della-vergogna-interviene-luigi-bove/
Come avevamo anticipato, entrambi chiedono il ripristino e/o l’instllazione degli strumenti di video sorveglianza.
Ecco le note protocollate stamane:
index 13938424_1145990908790469_5434842656358624289_n