0 00 2 min 1 mese 221

Nella giornata odierna, all’esito di attività investigativa coordinata dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Benevento, militari della Compagnia Carabinieri di Montesarchio hanno dato esecuzione ad un’ordinanza di applicazione della misura cautelare della custodia in carcere, emessa dal GIP del Tribunale di Benevento su richiesta della Procura della Repubblica di Benevento, nei confronti di un quarantenne residente nella provincia di Napoli, gravemente indiziato dei delitti di detenzione e porto di arma comune da sparo.

In particolare, l’attività investigativa traeva origine dallasegnalazione anonima avente ad oggetto un grave episodio verificatosi nel mese di Luglio 2023 in Montesarchio, allorquando un uomo, in piena notte, aveva esploso alcuni colpi di arma da fuoco nei confronti di un giovane della zona, ferendolo.

Le indagini prontamente avviate,consistite nell’acquisizione e visione dei filmati registrati dai sistemi di videosorveglianza installati in zona, nell’audizione di alcuni testimoni, in attività di perquisizione presso l’abitazione del presunto responsabile ed in accertamenti da parte di un consulente tecnico per le ferite riportate dalla vittima, consentiva di raccogliere gravi indizi di colpevolezzanei confronti dell’uomo, nel frattempo già detenuto in seguito all’arresto in flagranza eseguito di recente sempre da militari della Compagnia Carabinieri di Montesarchio per reati in materia di armi.

La misura oggi eseguita è una misura cautelare disposta in sede di indagini preliminari, avverso cui sono ammessi mezzi di impugnazione, e il destinatario della stessa è persona sottoposta alle indagini e quindi presunto innocente fino a sentenza definitiva.