0 00 2 min 3 settimane 400

MADDALONI- Candidature con la sorpresa finale. Angela Sferragatta e Salvatore Liccardo con “La Provincia al Centro” e Pino Magliocca con la lista “Pd + M5S”. C’è la terna dei candidati alla provincia. E si fano le previsioni. Dei tre solo Angela Sferragatta, in virtù di una strategia di convergenza sovracomunale, che ha sacrificato anche il presidente del consiglio Angelo Campolattano, è in pole position. C’è perplessità invece sulla tenuta elettorale per gli altri due che devono trovare altre sponde su altri comuni. Viste le defezioni nelle ultime riunioni tra i gruppi di maggioranza, al momento, non ci sarebbero le condizioni per una elezione sicura di salvatore Liccardo. Il voto ponderato necessita di una convergenza di almeno otto consiglieri comunali (almeno sei) di prima fascia che non ci sono al momento. Tutto cambia e quindi tutto è possibile. Le ragioni della candidatura di Pino Magliocca le ha divulgate, da settimane e in tempi non sospetti Peppe Razzano: «A livello provinciale, ci sarà una lista di centrosinistra metteremo certamente un nostro candidato. Abbiamo già definito un chiaro profilo politico: deve essere una persona, che potrebbe essere anche esterna a Maddaloni, ma che potrà certamente catalizzare il maggior numero di consensi». Così è stato. Adesso, l’attesa è per i consensi che Magliocca potrà raccogliere in un gioco che non riguarda solo il consiglio comunale di Maddaloni.