0 00 1 min 5 anni 43

Dopo mesi di grave silenzio, si torna a parlare della questione shunt, o meglio di non shunt o, per essere più precisi, del progetto che riguarda l’alta capacità Napoli-Bari .
E’ stata convocata per settembre la conferenza di servizi per la città di Maddaloni, quando Ferrovie dello Stato, presenterà il progetto definitivo che, appunto, prevede l’eliminazione dello shunt.
Scongiurato il pericolo che avrebbe dovuto prevedere la circoscizione della città con piloni di cemento a sostenere la linea ferroviaria per l’alta capacità, FS, proporrà il raddoppio della linea Napoli Cancello con interventi di adeguamento alle strutture rendendole idonee per l’alta capacità.
All’ombra delle due torri, c’è chi ancora invoca l’interramento della linea ferroviaria, gli stessi che erano in netto contrasto con la proposta della passata amministrazione comunale che prevedeva la soppressione dei passaggi a favore dei muri di cemento che avrebberò spaccato in due la città.
treno