0 00 4 min 5 anni 49

E’ giunta alla 16esima edizione “Estate soli…dale”, il progetto organizzato dall’associazione di volontariato A.Na.Vo.
La suddetta associazione che, fra l’altro, si è resa protagonista tramite la voce dei bambini della segnalazione del degrado della foce clicca per leggere l’articolo
con relativa risposta del commissario Samuele De Lucia clicca per leggere l’articolo
si sta prodigando affinché l’estate in città possa essere meno amara e triste, al cospetto di quello che abbiamo raccontato ieri nel nostro editoriale clicca per leggere l’articolo
sviluppato all’insegna della gratuità, si basa completamente sull’apporto dei volontari che stanno donando il loro tempo senza chiedere nulla in cambio se non il sorriso dei bambini stessi.
“Estate soli…dale”, si svolge tra il 15 giugno e il 15 settembre e coinvolge sempre più numerosi giovani e famiglie del territorio maddalonese al fine di evitare che il periodo estivo diventi un ulteriore momento di emarginazione per le persone socialmente più fragili.
Le iniziative realizzate, mirano ad offrire, attraverso attività di svago, una occasione di crescita e maturazione civica per i giovani e gli adulti coinvolti. Le attività vengono gestite con l’ausilio di giovani volontari entusiasti e disponibili a mettere gratuitamente una parte del loro tempo libero a disposizione degli altri per migliorare la qualità della vita sociale del territorio in cui vivono.
Numerose le iniziative inserite nel progetto per l’edizione 2016 dell’ “Estate soli…dale” A.NA.VO.:

    • Festa dello studente: a conclusione delle attività di sostegno didattico svolte dai giovani volontari per tutto l’anno e in coincidenza con la chiusura dell’anno scolastico, è stata organizzata una manifestazione dal titolo “Festa dello studente” nel corso della quale, in presenza dei genitori, parenti e amici, si sono esibiti tutti i bambini in performance musicali, poetiche e coreografiche e sono stati pubblicamente elogiati gli studenti più meritevoli.
    • Estate in piscina: i ragazzi e i genitori sono stati ospitati in una struttura che dispone di una piscina creando un clima di facile predisposizione alla comunicazione tra figli e genitori;
    • Cineforum: con la proiezione di film su temi educativi importanti trattati con toni leggeri;
    • Torneo di giochi: da tavolo (carte, scacchi, dama), sportivi (calcio balilla, pallavolo, ping pong, pallacanestro), e giochi d’acqua. I ragazzi insieme ai volontari, hanno vissuto momenti di sano divertimento sperimentando, così, possibilità di comportamenti ludico – ricreativi diversi da quelli proposti dalla ‘strada’ e dalle offerte di tempo libero ‘devianti’ (ad es. frequentazione di sale giochi);

 

  • Laboratorio danza e recitazione

 

  • Escursioni: Genitori e ragazzi sono entrati in contatto con la natura e con le bellezze architettoniche e naturali del territorio (il monte Matese e la Reggia di Caserta) oltre che con i luoghi più suggestivi di Maddaloni nel corso di escursioni pomeridiane che hanno previsto la guida da parte di volontarie esperte in beni culturali tra cui una di eccezione, la direttrice del Museo Civico di Maddaloni. Nelle vesti di conoscitrice appassionata e coinvolgente ha guidato i giovanissimi cittadini maddalonesi alla scoperta di quartieri storici più antichi della città;
  • Feste autogestite: ‘cocomerate’ e ‘pizzate’ hanno unito famiglie, ragazzi e volontari in occasioni di convivialità che sono diventati, ormai, un immancabile appuntamento di mezza estate per tutti loro