0 00 2 min 5 anni 72

La realizzazione della nuova casa comunale di Maddaloni, sembra ormai essere una chimera.
L’interdittiva antimafia ai danni della ditta incaricata ed il crollo di una parte strutturale dell’edificio (evento imprevisto, imprevedibile ed inevitabile secondo il responsabile del procedimento l’ing. Stefano Piscopo) hanno de facto interrotto i lavori, fermi al palo da circa un anno.
Ma quello che oggi mettiamo in evidenza, è lo stato di totale abbandono dell’area circostante al cantiere.
La casa delle zocc… perdòn, delle pantegane è in balia del completo degrado. Un degrado che si sviluppa giusto giusto al centro storico della città, in piazza Matteotti, accanto al Monumento al Milite Ignoto, dedicato agli oltre 250 concittadini caduti durante la prima guerra mondiale.
Che omaggio, che vergogna!!!
I sacchetti d’immondizia sono uno schiaffo in pieno viso ai vigili urbani che distano poche decina di metri e costituiscono la linea di confine fra il cantiere e la fondazione “Don Salvatore D’Angelo – Villaggio dei Ragazzi”.
Chi è incavolato particolarmente per questa vicenda, sono i commercianti che costeggiano “l’opera lumaca”.
Sono loro infatti che più volte ci hanno segnalato la presenza dei ratti e dello scempio che offende per l’ennesima volta la città.
Il centro storico è un biglietto da visita per qualsiasi città … insomma, la prima di tante figure di mer…. pardòn, poco gratificanti