0 00 4 min 5 anni 35

villaggio-dei-ragazzi
La consigliera regionale pentastellata, Valeria Ciarambino, incalza il governatore della Campania Vincenzo De Luca. La questione, riguarda i finanziamenti alla Fondazione Villaggio dei Ragazzi, elargiti da parte dell’Ente regionale
Ecco quanto afferma la Ciarambino
“In una regione come la Campania, con la rete dei servizi sociali ridotta all’osso e i continui tagli alla salute dei cittadini, De Luca si permette di “investire” 9 milioni dei nostri soldi in una fondazione privata indebitata e disastrata per la pessima gestione, anche a causa della politica che negli anni ne ha fatto un bacino di assunzioni clientelari. È questa forse la ragione dell’ “investimento”?

Denunciammo tutto questo, esprimendo forti dubbi sull’opportunità di mettere denaro pubblico in quello che oggi appare un colabrodo e presentando emendamenti correttivi alla scorsa legge di stabilità perchè i 9 milioni stanziati per il Villaggio dei Ragazzi servissero esclusivamente per le finalità socio-assistenziali dell’opera, con un serrato controllo sul loro utilizzo.
La Regione Campania con la delibera 182 del 3 maggio scorso si impegnò a impiegare lo stanziamento in favore della Fondazione, 3 milioni di euro per ciascuno degli anni 2016, 2017 e 2018, solo ed esclusivamente per le attività socio-educative con rendicontazione puntuale delle spese sostenute dalla Fondazione, come avevamo chiesto.
Ma alcune settimane fa c’è stato il colpo di scena: il Presidente De Luca e la sua Giunta, rinnegando gli impegni assunti, con due nuovi atti deliberativi hanno stabilito che le risorse fossero utilizzate per ripianare la cospicua esposizione debitoria dell’ente. Oggi il Villaggio dei ragazzi risulta indebitato per oltre 20 milioni di euro, nonostante gli svariati milioni di euro di finanziamento pubblico ricevuti anche dalla Regione nel corso degli anni, per una gestione dissennata e non trasparente.
Abbiamo perciò presentato un’interrogazione per sapere perché si sceglie di utilizzare fondi pubblici per ripianare i debiti di una Fondazione privata. E inoltre vogliamo conoscere ad oggi quanti siano i bambini e i giovani bisognosi realmente accolti, per capire se si può ancora parlare di finalità socio-assistenziali per un’opera che riceve milioni di finanziamenti pubblici e dovrebbe quindi offrire un servizio alla collettività. Cosa più importante la Regione Campania deve spiegare quali meccanismi di controllo saranno attivati sulle modalità di utilizzo dei fondi regionali, al fine di evitare ulteriore spreco di denaro pubblico.”
valeria_ciarambino

A “difendere” la posizione del presidente De Luca, è stato un collega d’opposizione dell’ex candidata presidente alla regione del M5S, ovvero Gianpiero Zinzi. L’avvocato, sostiene che la polemica innestata dalla Ciarambino, va evitata.
Questo, quanto dichiarato dal consigliere di Forza Italia :

“La situazione in cui versa la Fondazione ‘Villaggio dei Ragazzi’ di Maddaloni è ben più complessa di quella illustrata dai colleghi del Movimento 5 Stelle. La priorità, in questo particolare momento, è salvaguardare i diritti dei lavoratori che hanno sempre dimostrato dignità e senso di responsabilità permettendo che le attività del Villaggio continuassero, nonostante le note difficoltà. Qualsiasi polemica che possa anche solo minare la loro posizione va evitata. Ritengo, pertanto, che gli impegni assunti dalla Regione Campania e dal Governatore De Luca nei confronti dei dipendenti del Villaggio dei ragazzi vadano rispettati senza ulteriori ritardi”
gianpiero-zinzi