0 00 2 min 6 anni 113

 
”Abbiamo iniziato a giocare nella ripresa poiché nei primi 45′ siamo stati troppo superficiali. Arrivavamo troppo teneri nei contrasti sprecando tutta la mole di gioco. – Esordisce così  l’allenatore della Maddalonese Gennaro Di Napoli dopo la vittoria sul Vitulazio. – Negli spogliatoi  continua – mi sono fatto sentire e qualcosa  cambiato. Sapevamo che avevamo difronte un portiere fortissimo come Della Corte e solo grazie a lui il punteggio non  stato diverso perché poteva finire con uno scarto enorme. Dopo il gol dovevamo legittimare ancora di pi il vantaggio sfruttando gli spazi che ovviamente ci concedevano. Vinciamo soffrendo come ci sta capitando da un po’ di settimane, ma l’importante  vincere. Anche se qualche volte mi piacerebbe mettere al sicuro il risultato prima e gestire diversamente . Una Maddalonese che gioca quasi a memoria e ha assimilato bene il credo calcistico del tecnico:  Questo mi fa piacere e non mi aspettavo che così presto potessimo giocare in questo modo. Ho la fortuna di allenare giocatori fortissimi per la categoria, ragazzi splendidi che si sacrificano tanto e stanno vedendo i propri sforzi ripagati. Ma dobbiamo ancora migliorare perché ci concediamo pause che a volte possono essere determinanti. Ci facciamo prendere dalla frenesia, dalla paura di giocare la palla e non va bene. Il nostro prossimo obiettivo  essere un po’ più cattivi nelle giocate e soprattutto saper gestire gare come quelle di sabato . La classifica non la si guarda in casa granata, ma l’appetito vien mangiando:  A tutti fa piacere essere nelle prime posizioni, ma guardare quanti punti hai dopo appena cinque giornate  inutile. L’ambizione  quella di fare un campionato decente, poi tra una quindicina di partite ne riparleremo”.
Di Napoli
 
 

Ufficio Stampa Maddalonese