0 00 2 min 6 anni 91
polizia
La paura è finita, Cessato pure l’allarme sociale. Con un’operazione congiunta, gli uomini del locale Commissariato e la Polizia Municipale hanno con molto tatto ma anche con molta fermezza messo fine alle scorribande in via Napoli arrestando L.C . I danneggiamenti delle vetrine, le esibizioni di martelli, i danneggiamenti a cose, pneumatici bucati, lo spavento dei passanti e le disperazione dei commercianti sono culminate in un trattamento sanitario obbligatorio (Tso). A tutela soprattutto, ma non solo, della personale incolumità del protagonista, in collaborazione con il personale sanitario della locale unità operativa di salute mentale (Uosm), L.C. è stato accompagnato presso l’ospedale di Sessa Aurunca, dove è stato preso in carico della locale unità operativa per le cure del caso. Si è chiusa così una vicenda che aveva creato allarme ed esasperazione sia in centro che lungo il grande rettilineo di via Napoli. Adesso, per un significativo periodo, è stata garantita la serenità del quartiere che, insieme alla rabbia non ha perso il suo volto umano, attende che vadano a buon fine anche le cure sanitarie. Chiusa l’emergenza, resta aperta la contestazione dei danni procurati: presso il Tribunale di Santa Maria Capua Vetere giacciono segnalazioni e denunce per i danneggiamenti procurati nei giorni scorsi.