0 00 2 min 6 anni 113

crollo_vialiberta
Anche l’ANAS è comproprietaria del rudere perito, nella porzione fronte strada, e il Comune ha in consegna il suo casotto ( verbale del 19/10/2000).
L’ente smemorato, ha dimenticato di mandare a se stesso tutte le ingiunzioni ad horas che ha inviato agli altri proprietari dal 2004 ad oggi ( ben cinque) .
“Se le precedenti Amministrazioni comunali sono state in questo mancanti – afferma il legale che sta seguendo la vicenda, Carla Vigliotta – siamo fiduciosi in un pronto e risolutivo intervento del Commissario Prefettizio del Comune di Maddaloni, che è noto a tutti per le sue indiscusse competenze e capacità organizzative.”
Finalmente, lo scorso 12/11/2016 l’attuale amministratore ad acta del rudere, nominato dal Tribunale di S. Maria C.V., su ricorso dell’avv. Carla Vigliotta, ha comunicato ai condomini, alla presenza del Capitano dei vigili urbani, dell’ing. Farina e dell’ing. Feola, di procedere all’abbattimento, previa messa in sicurezza (in calce all’articolo le foto).
Così i cittadini di Via Libertà non dovranno più temere crolli del rudere e verrà restituita a loro un’immagine dell’arteria, che attraversa la Città, non più disastrata come ora.
20161115_133232 received_10211223622897391 received_10211223630257575 received_10211223629137547 received_10211223630177573