0 00 2 min 6 anni 90

 2016-11-24-20-41-40

Si è tenuto oggi 24/11/2016 presso il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali la riunione indetta per l’espletamento della fase amministrativa della procedura di licenziamento collettivo avviata da Cementir Italia.

Tema importantissimo della giornata odierna sono i 106 lavoratori in esubero nei relativi siti produttivi.

In questa difficile problematica globale a livello nazionale sembrerebbe che l’azienda sia favorevole ad andare incontro solo ai lavoratori nel sito di Taranto, nella misura in cui, attraverso la Regione, sia possibile fare un accordo ricorrendo alla cassa integrazione per crisi complessa.

Su altri territori invece l’azienda sembrerebbe negare il fatto di poter ricorrere agli ammortizzatori sociali, in quanto sono già stati largamente utilizzati fino ad oggi negli ultimi anni.

La strada che attualmente l’azienda vuole percorrere è  di effettuare una verifica a livello locale e di ricollocare  buona parte degli esuberi individuati attraverso strutture di aziende esterne comunque collegate a Cementir.

Momentaneamente il futuro dei lavoratori  è ancora a rischio tant’è vero che si terranno altri appuntamenti in merito:

29 Novembre convocazione al Ministero dello Sviluppo Economico

5 Dicembre convocazione al Ministero del Lavoro

RSU FILCA CISL (Cementir Maddaloni)

Santo Senneca

Direttivo Regionale FILCA CISL

Michele Tontoli