0 00 2 min 4 anni 187

MADDALONI- Declassamento dell’ospedale di Maddaloni parte la mobilitazione vera. Oltre l’indignazione scontata, già parte la mobilitazione istituzionale.
E’ Antonio Del Monaco, parlamentare del M5S che ha guidato le ispezioni negli ospedali di Maddaloni e San Felice a Cancello, a guidare l’offensiva. Lunedì mattina il parlamentare sarà a colloqui con il manager dell’Asl Salvatore De Biasio.
Che senso ha questa azione ufficiale?
Serve a ricostruire la catena di comando e la filiera delle responsabilità per la redazione di un piano ospedaliero che fa acqua da tutte le parti. Chiederò al direttore generale di rendere conto di tutte le dichiarazioni, anche sottoscritte dall’ufficio tecnico dell’Asl, sulla ristrutturazione e adeguamento del nosocomio. Più del potenziamento dei servizi esistenti.
Ma potrebbe rispondere che il piano non dipende da lui..
Allora chiederemo al manager di rendere conto innanzi al Governatore De Luca della veridicità delle sue affermazioni e degli atti aziendali già avviati. Così come chiederemo, nelle sedi opportune, conto dell’operato del governatore.
Ma anche il Governatore potrebbe rispondere che tutto dipende dalle direttive del Mef…
Allora verificheremo se è vero che ci sono state direttive del Mef. Risaliremo tutta la filiera istituzionale per mettere in evidenza le gravissime lacune di un piano non pensato o calibrato sulle reali necessità del territorio. E questa calibrazione è stata decisa in sede regionale. Ma andremo fino in fondo per fare chiarezza
E’ un annuncio di mobilitazione permanente?
Non lasceremo nulla di intatanto. Quello che è successo è oltremodo grave. Non voglio anticipare nulla: ma su questa vicenda tutt’altro che lineare faremo piena luce.