0 00 1 min 4 anni 111

MADDALONI- Un anno di trattative non è basto. Sono in corso non solo gli espropri per i suoli su cui correrà l’alta capacità ferroviaria Napoli-Bari. Fervono anche trattative per il nuovo «Metanodotto Strettola-Maddaloni». Una parte dei proprietari dei terreni e anche degli utilizzatori (coltivatori e affittuari), su una striscia di territorio di oltre quattro chilometri di lunghezza, non ha accettato le offerte di Snam Rete Gas. Così, l’inizio dei lavori e dell’acquisizione dei suoli, fissato per inizio gennaio, è slittato. Snam Rete Gas condurrà un piccolo supplemento di trattative. L’opera si farà perché, fin dalle prime trattative, è stato concertato un tracciato finale il meno invasivo possibile che evita molti immobili, non divide in le aree coltivate e non penalizza la programmazione urbanistica.

OLYMPUS DIGITAL CAMERA