0 00 3 min 4 anni 144

MADDALONI- Cambia un’epoca. Cambio al vertice dell’Ufficio tecnico comunale: da oggi, comincia l’iter che porterà l’archietto Enza Pellegrino, dirigente dell’Ufficio tecnico, al pensionamento che si compirà il prossimo 1 luglio. Ma da ieri, sono di fatto scattate le procedure di prepensionamento anche in virtù dello smaltimento obbligatorio delle ferie non gidute. All’architteto pellegrino vanno gli auguri e i ringraziamenti per lunghi anni di lavoro prestato. Si tratta di un evento noto e largamente previsto. Ma che, stando agli umori e al clima di mobilitazione che si respira tra i tecnici del territorio, sembra che colga di sorpresa il comune. Pensionamenti a parte, che riguarderanno anche altri dipendenti, serpeggia il nervosismo per la paralisi dell’Ufficio tecnico comunale (Utc). Già mancava il personale. E ora is prospetta una possibile paralisi operativa.  C’è un anno di pratiche edilizie accumulate. Secondo ingegneri, architetti, geometri ma anche privati cittadini si paventa la paralisi dell’80 per cento delle attività edilizie residue sul territorio. Si tratta di un danno economico incalcolabile se sommato alla congiuntura tutt’altro che favorevole dell’economia nazionale e di quella del territorio in particolare. Da qui la mobilitazione. Possibili riunioni nei prossimi giorni e le richieste di ricorrere a short list di tecnici che permetterebbero di avviare le istruttore per oltre un anno di pratiche edilizie in arretrato. Ma non basterebbe. Servono funzionari che dovranno essere gli esecutori materiali degli atti amministrativi. Tre le proposte in campo: ricorrere a tecnici esterni a scavalco provenienti da altri comuni; valutare il ricorso all’attivazione della Commissionee dilizia oppure conferire una posizione organizzativa ai tecnici superstiti in servizio. Anche o soprattutto di questo si potrebbe o dovrebbe discutere nell’interpartico di maggioranza di stasera, chiamato a rimettere in carreggiata la discussione sul Puc e l’approvazione di linee di indirizzo uniche dall’amministrazione De Filippo.