0 00 4 min 4 anni 206

In una sala teatro gremita di studenti si è tenuto un interessantissimo convegno promosso dalla Asd Suessola Runners in uno con l’Istituto Superiore “Bachelet” che ha ospitato l’evento.
A spiegarne l’origine dell’idea è stato Il prof. Luigi De Lucia, presidente della Suessola Runners: “Purtroppo capita molto spesso di partecipare sgomenti a funerali di sportivi e non, vittime di incidenti stradali. Tanta tristezza, tante lacrime e parole, ma in quel momento è già troppo tardi. Sono invece momenti come questo che servono per far riflettere su cosa succede. Uno degli ultimi eventi e che ha suscitato il clamore generale è stato l’incidente che ha colpito Michele Scarponi, campione di ciclismo, alla cui associazione verrà devoluto il ricavato della gara podistica organizzata domenica 17”.
A fare gli onori di casa, la dirigente scolastica prof.ssa Pina Sgambato. “Sono particolarmente contenta – afferma – che proprio oggi noi teniamo questo convegno in contemporanea con l’iniziativa mondiale per il clima partito dal la protesta lanciata dalla giovane Greta Thunberg. Ecco anche noi stiamo facendo qualcosa per assicurarci il futuro. E questo delle vittime della strada purtroppo è un tema che ci ha toccato da vicino con la scomparsa mesi fa del figlio del nostro professore Petrone”.
Sono seguiti i saluti augurali dell’assessore allo sport di Santa Maria a Vico, Maurizio Masiello e del presidente provinciale Uisp dr. Piero Giani.
Tocca, finalmente al comandante della polizia stradale, vicequestore aggiunto Giovanni Consoli che ha letteralmente rapito l’attenzione dei giovani studenti. “La mia presenza qui – ha esordito, non è un regalo, ma un servizio. Ciò che faremo stamani dura da 19 anni e lo chiamiamo progetto Icaro. Nel 95% degli incidenti, specie in quelli mortali, nulla è dovuto al caso o alla sfortuna, ma solo ad errori nel comportamento. Velocità, alcol o droghe, distrazione sono le principali cause di incidenti. Quest’ultima poi è quella che crea danni inimmaginabili”.
Sono stati infatti mostrati diversi video di incidenti mortali purtroppo legati da un unico filo conduttore: l’uso del cellulare. “Si dice che il pedone ha sempre ragione. Ammesso anche che passi sulle strisce ma con l’occhio fisso sul cellulare e non si accorge che l’auto non ha intenzione di fermarsi, a chi andrà a rappresentare la propria ragione se ferito mortalmente”? Il silenzio nella sala teatro ha regnato sovrano a quest’ultimo interrogativo di Consoli.
“Ecco, per prevenire tutto questo è necessario una migliore condotta nel comportamento di ognuno di noi. Lo sciopero di oggi parla nel vostro futuro. Voi siete il vostro futuro, ma per noi il nostro presente. E se parte da ognuno di noi il cambiamento ne gioverà il futuro di tutti”.
È stata infine presentata la gara podistica di domenica 17, l’ottava edizione di “Corriamo insieme per gli angeli della strada. A farlo il presidente dell’Anpal Luigi d’Aniello è il giornalista sportivo, nonché speaker ufficiale dell’evento Marco Cascone. E proprio quest’ultimo che nel ringraziare la Suessola Runners ricorda che la settima edizione di “Corriamo insieme” ha da poco ottenuto il riconoscimento come miglior manifestazione podistica campana svoltasi nel 2018.