0 00 2 min 6 anni 103

«Solidarietà e sostegno ai lavoratori del consorzio di bonifica Aurunco che vivono una situazione di estremo disagio non percependo lo stipendio da quasi due anni. Come Uil metteremo in campo tutte le iniziative tese a salvaguardare la dignità dei lavoratori e quella delle loro famiglie». A dichiararlo è Clemente Di Rosa, segretario regionale della Filbi-Uil che avvierà già nelle prossime ore un’interlocuzione con la Regione Campania per sbloccare la situazione. «So benissimo cosa significa lavorare e non percepire lo stipendio essendo un dipendente del consorzio di bonifica del Basso Volturno – ha sottolineato Di Rosa – e, per questo capisco cosa stanno vivendo in queste ore i lavoratori. E’ giunto il momento che il governatore De Luca faccia la propria parte dando seguito alla piena applicazione della legge regionale. Se non ritiene che tale legge sia adeguata che provveda ad approvarne un’altra in tempi strettissimi. E’ indispensabile che la Regione si faccia finalmente carico della questione dei consorzi di bonifica visto il ruolo strategico che gli stessi svolgono in un territorio come il nostro dove l’agricoltura riveste ancora un ruolo centrale».