0 00 2 min 6 anni 111
 
L’associazione culturale politica ‘Maddaloni Oltre’ ha chiesto di attuare presso il Comune di Maddaloni la “definizione agevolata” dei debiti oggetto di riscossione diretta da parte dell’amministrazione secondo quanto stabilito dal decreto fiscale diventato legge lo scorso 2 dicembre con la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale.
Il presidente dell’associazione Giuseppe Lutri e il vice Giuseppe Carfora, con una nota inviata e protocollata in data 7 dicembre 2016, a pochi giorni dalla pubblicazione  in  Gazzetta Ufficiale del 2 dicembre 2016, hanno informato il Commissario Straordinario Samuele De Lucia e il Segretario Generale Giuseppe Di Cicco sulle nuove disposizioni approvate in materia fiscale
Proprio l’art. 6-ter denominato “Definizione agevolata delle entrate regionali e degli enti locali” del Decreto legge 1 Dicembre 2016 n. 225 prevede, appunto, la cosiddetta rottamazione delle cartelle esattoriali, notificate nel periodo compreso fra il 2000 ed il 2016, anche per i Comuni che non usufruiscono dei servizi di Equitalia che dà la possibilità di rateizzare il debito senza sanzioni e interessi di mora.
“Ci auguriamo – dichiara il presidente Lutri – che il commissario De Lucia decida di adottare il provvedimento relativo alla ‘definizione agevolata’ anche alla luce delle gravi difficoltà economiche in cui versano le famiglie, soprattutto quelle maddalonesi, in questo periodo di grave crisi. L’atto, se approvato, entro trenta giorni dalla pubblicazione in Gazzetta Ufficiale, rappresenterà una valvola di sfogo anche per le imprese e le società che avranno hanno la possibilità di cancellare i propri debiti pagando le cartelle esattoriali senza interessi, sanzioni e more”.