0 00 2 min 6 anni 201

Benedetta Del Vecchio

«Peccato. Apprendiamo con stupore dalla stampa di dichiarazioni del candidato alle primarie Smarrelli che fornisce una reinterpretazione del pensiero espresso da Peppe Razzano in occasione della sua conferenza stampa di presentazione del tutto forviante e fantasiosa che testimonia come l’amico Flavio non ha provveduto ad ascoltare o chiedere all’interessato chiarimenti in merito. Nessuno ha mai pensato di dover o voler fare una divisione tra buoni e cattivi, ma semplicemente, si è sottolineato come la campagna delle primarie sia stata aperta con quella parte del Pd che si è impegnata, per prima, per la celebrazione della competizione del 22 gennaio. E’ nel riconoscere questo tipo di lavoro che questa parte del Pd è stata definita “sana” da Razzano, tanto è vero che il candidato alle primarie si è espresso in maniera lusinghiera per quello che ha fatto Smarrelli sino ad oggi, ringraziandolo per l’impegno, la determinazione e il rispetto delle regole dimostrato. Tutto qua. Peccato. Aver tirato in ballo l’amico Stefano Graziano in una discussione in cui lui non c’entra assolutamente nulla è incomprensibile. La scelta fatta dai Democratici per Maddaloni, insieme al consigliere regionale, è basata sulla condivisione dei programmi e sul chiaro posizionamento di una stragrande parte del centrosinistra sulla candidatura di Razzano che allarga la coalizione e rende credibile il progetto per la vittoria delle prossime amministrative».
Benedetta Del Vecchio, Segretaria Democratici per Maddaloni