0 00 2 min 3 anni 38

MADDALONI- Il presidio pacifico fa notizia. E la storia degli edili in attesa del lavoro che c’è, ma che non viene cantierizzato, non poteva cadere nel dimenticatoio o essere cancellata dall’oblio e dal silenzio. Le telecamere della Rai sono arrivate all’interporto o meglio davanti alla barricata pacifica eretta dagli edili. tele camere e microfono per raccogliere le testimonianze di chi chiede solo il lavoro. Sarà una testimonianza che accende i riflettori sui problemi irrisolti delle intermodalità casertana all’interno del quadro regionale che resta ancora denso di interrogativi. Tutto merito di chi non si rassegna. Merito degli edili che stanno disperatamente di riportate la questione del lavoro e dello sviluppo del territorio ai tavoli istituzionali. Vale più la mobilitazione dei carpentieri che il silenzio assordante dei politici e degli amministratori, sempre in prima fila quando si parla di progetti e di sviluppo futuribile e assenti quando bisogna confrontarsi con i problemi reali. Il più concreto dei questi è questo: si avvicina la scadenza del contratto di lavoro (10 maggio prossimo), parte il turn over richiesto dagli edili? E se no, riaprono i cantieri affidati e in sospeso?