0 00 2 min 6 anni 96

Credo che la prossima amministrazione debba porsi come obiettivo primario quello di riscattare la situazione di degrado in cui è piombata la nostra la città. Maddaloni deve necessariamente riscoprire quella vocazione al rispetto delle regole che consente a tutti i cittadini di vivere in una città ‘normale’. Nel nostro contesto, il concetto di normalità va però inevitabilmente declinato con quello di legalità e con la necessità di un maggior controllo del territorio.

Una classe politica capace ed onesta, però, da sola può poco. Gli obiettivi strategici dell’ente in termini di controllo del territorio, sicurezza, contrasto all’abusivismo edilizio e commerciale e di controllo del rispetto delle più elementari norme di comportamento alla base della normale convivenza dei cittadini, sono solo parte dell’enorme lavoro in cui l’amministrazione deve necessariamente essere supportata da un corpo di Polizia Municipale efficiente. Dobbiamo garantire alla città una presenza costante e fattiva della Polizia Municipale in strada, dove maggiore è l’esigenza di controllo del rispetto delle regole del vivere comune, ribaltando la prassi affermatasi negli ultimi anni di avere più vigili negli uffici che per strada.

Certo, affinchè ciò avvenga, sarà necessario mettere il corpo di Polizia Municipale in condizione di operare e di far sentire nuovamente la sua presenza sul territorio. Il riordino del corpo, l’individuazione di nuove dotazioni organiche e soprattutto l’organizzazione di un comando appropriato alle esigenze della città vanno inseriti nell’elenco delle priorità della prossima amministrazione.

Flavio Smarrelli