0 00 2 min 5 anni 82


Il candidato sindaco di Maddaloni, Luigi Bove stamattina si è recato presso la fiera settimanale di via Matilde Serao dopo svariate segnalazioni di cittadini indispettiti dalle condizioni ai limiti della decenza.

Bove ha interloquito con numerosi commercianti e cittadini che nelle prime ore della giornata hanno affollato la fiera. Avendo discusso delle criticità del luogo il candidato sindaco ha affermato: “Non può esistere un mercato settimanale senza bagni pubblici. I commercianti e le persone che si recano presso la fiera non sanno come fare fronte alle esigenze fisiologiche. Ciò è gravissimo. Già nel 2007, nel 2008 e nel 2009 ho presentato apposite istanze al comune per far installare bagni chimici e/o far ripristinare la struttura di cemento adibita a bagno pubblico ma che non è entrata mai in funzione, se non per un brevissimo periodo. Non è indice di civiltà avere una fiera settimanale senza bagni pubblici”. Bove ha inoltre sottolineato: “I commercianti e le persone che si recano alla fiera hanno diritto ad accedere ad un luogo dignitoso e invece fanno i conti con passaggi pedonali pericolosi, griglie che sono state smontate ed evidenti voragini pericolosissime. La mia vicinanza è sia ai commercianti che a coloro che si recano alla fiera. Non è normale, tra l’altro, che in occasione del mercato settimanale non si effettui la differenziata. I commercianti devono essere incoraggiati e messi nella posizione di poter effettuare la differenziata”. Incalza poi affermando: “Quello che è raccapricciante è che alla fiera settimanale non esiste un minimo di controllo. È un fatto gravissimo. Scriverò al Commissario Prefettizio per chiedergli almeno di far mettere dei bagni chimici e di far ripristinare le griglie. Non credo siano operazioni così complicate..”