0 00 2 min 5 anni 106


 
La rottura è ormai ufficiale: Flavio Smarrelli, colui che ha partecipato e perso le recenti primarie di coalizione del centrosinistra contro Peppe Razzano, ha palesato l’intenzione sua e del gruppo che l’ha sostenuto in questa battaglia interna; non ci sarà alcun prosieguo relativo alle primarie, anzi, l’esperienza é già stata archiviata.
In barba al regolamento interno, firmato anche dall’ex assessore della giunta Farina, che prevedeva il supporto alla coalizione da chiunque avrebbe poi perso la consultazione interna di centrosinistra, Smarrelli ed i suoi decidono di abbandonare la partita, anzi, lasciano la squadra in attesa di ufficializzare la nuova casacca che probabilmente sarà quella che fa capo all’ex Sindaco Antonio Cerreto, ovvero Progetto Maddaloni.
Da tempo, l’ambizione che coltiva Cerreto, è quella della camera dei deputati e la figura che avrebbe individuato l’ex sindaco facente funzioni di Franco Lombardi come candidato alla carica di primo cittadino, è quella del giudice Alfonso Di Nuzzo, ironia della sorte, cognato del compianto Franco.
Alla faccia della rappresentanza e delle appartenenze, a questi bisogna mettere un segno sui polsi per distinguere la destra e la sinistra per non incorrere nel rischio che possano perdersi per strada.
D.B.
https://youtu.be/ubKNXXwRnOY