0 00 3 min 5 anni 84

Stamattina sono partiti i lavori di rifacimento stradale in centro. E’ la prima tranche di un investimento complessivo di 300 mila euro destinato, in parti eguali, alle zone del centro urbano (basoli e asfalto dissestato) e alle periferie con le strade tipo gruviera. In attesa che venga assegnato anche il «lotto per le periferie» (sospeso per un eccesso di ribasso) arrivano i lavori necessari e pure una tiratina di orecchi. Ci pensa Peppe Vigliotta (Alleanza popolare per Maddaloni) a strigliare i giovani rampanti candidati.  «Cari ragazzi –ammonisce il “signore delle Tre P” (senza padrini, senza padroni e senza partiti)- queste notizie Alleanza popolare le ha riportate tanto tempo fa. E senza mettersi medaglie in petto». Tradotto: basta fare campagna elettorale sui disagi riconducibili ad 10 anni di omessa manutenzione e al taciuto dissesto finanziario di Natale 2012. «Certe espressioni di giubilo –commenta Vigliotta- per un intervento, che finalmente dovrebbe riportare le strade a un stato di normalità, è francamente esagerato. Ma ci fa pensare all’incapacità di analizzare certi fenomeni per collegarli alle reali cause che li generano. La fretta di strappare un minuto di notorietà gioca brutti scherzi». Peppe Vigliotta rivela i contenuti di dialoghi riservati tenuti con il commissario straordinario Samuele De Lucia lo scorso settembre: «La prima volta che l’ho incontrato ho parlato ovviamente della nostra città. Io evidenziai tra l’altro,le strade gruviera,i zampilli d’acqua e i cumuli di monnezza. Il  Commissario,con molta pacatezza mi disse: signor Vigliotta, io ogni mattina quando arrivo a Maddaloni . ho nella mente questi TRE problemi che mi vengono oltretutto ricordati da privati cittadini, commercianti, scuole, dalla Polizia municipale e anche da politici. Sono consapevole che sono problemi da affrontare al più presto a partire dalla Nu, mentre per le strade, auspicava l’arrivo di una certa somma da destinare al ripristino». La somma è arrivata. «E circa un mese fa –conclude Vigliotta- lo stesso Commissario in altro incontro comunicava l’indizione di due gare da 150mila euro l’una per sistemare le strade del centro e quelle della periferia». Tanto premesso canticchiando l’inno di Mameli, si potrebbe dire: «Dove è la vittoria?». «Mai confondere gli effetti con le cause –amminosce Vigliotta- perché ad un amministratore vengono chiesti la soluzione dei problemi non solo l’intercessione e la rappresentazione dei disagi dei cittadini che nel caso delle strade sperimentiamo tutti». Per la cronaca, i cantieri sono partiti da via Trivio San Giovanni per snodarsi lungo via San Francesco d’Assisi.