0 00 2 min 3 anni 151

MADDALONI- Continua la strage delle segnaletica stradale. Altri pericoli sulla rotonda di via Cancello. Ma è su tutta l’ex statale 265 (via Forche Caudina, rotonda via Ficucella e località Giardinetti) che è in corso un vero e proprio tiro al bersaglio. Sono tantissimi i segnali stradali abbattuti. Anzi troppi. E si ripete la solita storia delle competenze a chi tocca rimuovere i segnali falciati che rappresentano un pericolo. Giace ancora abbandonato sullo spartitraffico l’ultimo palo piegato presso la rotonda di via Ficucella. Ma almeno, dopo qualche giorni e numerose segnalazioni, è stato rimosso dalla strada liberando parte della carreggiata. Ora, uno stop con obbligo di svolta a destra (foto) giace supino sulla rotonda di via Cancello. Si ripete sempre la stessa scena: palo spalmato a terra forse colpito da un Tir, da un’auto fuori traiettoria o da qualche vandalo. Facendo un può di conti, gran parte della segnaletica alla rotonda di via Ficucella non esiste più. Smantellata anche sulla rotonda di via Cancello. Mentre quella di messa in sicurezza sul Ponte Vapore non esiste più. Aggiornato il bollettino di guerra, dopo l’ennesima battaglia quotidiana della viabilità urbana ed extraurbana, non ci addentriamo a fare valutazioni sull’Appia (tra Maddaloni e Cervino) che di fatto non esiste quasi più oltre alla segnaletica (da sempre carente o inesistente) anche la sede stradale non se la passa meglio.