0 00 1 min 5 anni 101


Continua a tremare la terra sotto ai piedi di politici, funzionari, professionisti e imprenditori e le 69 ordinanze cautelari emesse questa mattina dalla Direzione Distrettuale Antimafia e Guardia di Finanza , mettono a nudo l’ennesimo, presunto e vasto giro di corruzione.
Come avevamo anticipato nel titolo, sono finiti in manette, anche due maddalonesi, Sandro Gentile, capo segreteria degli uffici della regione Campania al centro direzionale di Napoli, presso il Consiglio Regionale; e Vincenzo Sposito, responsabile Stazione Unica Appaltante della provincia di Caserta.
Entrambi svolgono mansioni delicatissime, a stretto contatto con dirigenti e politici.
Tutti le analisi ed i relativi commenti, sono posticipati nei giorni a venire, ovvero quando i fatti saranno più chiari e le posizioni di tutti i coinvolti definite.