0 00 3 min 2 anni 49
PER TUTTE LE NOTIZIE DI GIORNALENEWS CLICCA QUI

“Grave il blocco del sistema informatico dell’Istituto di Previdenza, comprendiamo le difficoltà, ma siamo preoccupati. In una fase così delicata come quella che stiamo vivendo, è necessario un intervento immediato per garantire l’accesso alle prestazioni a cittadini e Patronati”. Così il segretario confederale della CGIL Roberto Ghiselli.

“Da diversi giorni – afferma il dirigente sindacale – il sito dell’Inps presenta difficoltà di accesso, culminate nella giornata di oggi. La corsa di queste ore a presentare le domande per le quattro indennità previste dal decreto «Cura Italia» è anche il frutto di una cattiva informazione e di una norma scritta male. Cosa che a suo tempo la nostra organizzazione aveva evidenziato.

Coronavirus, aggiornamento dell’unità di crisi della Regione Campania

Comprendiamo le difficoltà dell’Istituto, impegnato in questa fase a dare attuazione a molte delle misure previste a favore dei lavoratori in difficoltà a causa dell’emergenza epidemiologica in corso. Ma siamo molto preoccupati per la situazione che si sta determinando. Purtroppo non si tratta solo del blocco dell’accesso per le prestazioni legate all’emergenza sanitaria (cig, congedi parentali, indennità), ma come segnalano i nostri Patronati è impossibile accedere al sito anche per tutte le altre prestazioni”.

Coronavirus, a Caserta il primo caso di paziente guarito con il Remdesivir

Il segretario confederale sottolinea poi che “qualunque sia l’origine del blocco di queste ore, non è la prima volta che ci troviamo di fronte a disservizi di questo genere. Si ripetono ad ogni scadenza importante”

“Il sindacato confederale, come il Civ dell’Inps – continua – sostiene da tempo la necessità di rafforzare il sistema informatico dell’Istituto, che in passato era un’eccellenza. Ma da anni si è smesso di investire esternalizzando sempre più l’attività. Ci auguriamo che si possa intervenire il prima possibile – conclude Ghiselli – trovando un’immediata soluzione a tutela dei diritti di tutti, poiché l’unico canale disponibile per accedere alle prestazioni è ormai esclusivamente quello telematico”.

Pubblicato il bando per il bonus spesa. Scarica il modello di richiesta