0 00 4 min 5 anni 35
 
Alla scoperta di un volto, un personaggio, un artigiano dell’Arte Bianca che porta con sé esperienza, stile, serietà e le sue origini:
Salvatore Campolattano classe 94 è nato a Maddaloni, unico della sua famiglia ad essere pizzaiolo, spesso  dopo la scuola andava a guardare nella pizzeria di paese come lavoravano. Così un giorno riuscì ad essere assunto e nonostante la tenerissima età, impastava, preparava le pagnotte, curava la lievitazione, manipolava con attenzione il disco di pizza, il condimento e la cottura. Oltre alla solita gavetta ” scopa e paletta ” come la definisce lui, ovvero pulizie e quant’altro, il  bambino curioso osservava tutto e imparava con grande piacere ed entusiasmo.
L’ Arte di fare le Pizze si impara in Bottega e finalmente dopo qualche anno di esperienza in vari locali del suo paese e con la scuola superiore ormai terminata, capì che era arrivato il momento  di fare qualcosa in più; subito dopo essersi diplomato, decise di abbandonare il “posto fisso” e dedicarsi ad eventi internazionali di pizzeria tenutisi in diverse parti del mondo, tra questi ricordiamo quello in Germania dove gestiva l’intera organizzazione del suo settore in eventi di musica internazionale (responsabile del settore pizzeria); Croazia, in una fiera di ristorazione, dove erano presenti personaggi di spicco del settore alberghiero di tutto il mondo, lavorava nella cucina romana dove realizzava primi piatti e PINSE romane, ma principalmente si occupava di Freestyle  (responsabile della squadra Freestyler, dove ricevette una lettera di merito del sindaco della città ZAGABRIA),
L’Arte di sfornare le pizze l’aveva imparata soprattutto con la pratica, ma per avere una formazione veramente qualificata con aggiornamenti costanti della tecnica appresa, occorreva studiare.
Così un giorno decise di continuare gli studi specifici sulla panificazione entrando in varie associazioni di pizzaioli, per far sì che la sua esperienza “pratica” fosse seguita da una conoscenza “teorica-tecnica” del prodotto che  realizza,  (chimica, impasti alternativi, diretti,indiretti, semi-diretti, alta idratazione, specializzazione in senza glutine, PINSA romana, Freestyle, pizz’art,)
Nel corso degli ultimi anni, ha iniziato a formarsi su molti aspetti della pizza con un’importante crescita relativamente alla conoscenza dell’importanza dell’impasto di qualità e della lievitazione corretta per soddisfare tutte le richieste dei clienti dal palato esigente.
Salvatore oggi lavora con impasti ad alta digeribilità che sfiorano le 48 ore di preparazione. La sua Pizza è passionale, cotta rigorosamente in forno a legna,  impasto morbido e croccante e allo stesso tempo friabile e leggera senza tralasciare il vero aroma della pizza,
Oggi Salvatore è un Pizzaiolo alquanto confermato e con la sua Pizze Napoletane, conquista ogni giorno il gusto di una folla sempre più crescente di appassionati.
Solo nell’ultimo anno (2017) tra l’altro appena iniziato, è riuscito a portarsi a casa vari titoli
Tra questi:
– Secondo posto in classifica dell’evento su base nazionale a cui ho partecipato,  “nastro azzurro ti porta lontano, sezione food idee innovative” secondo classificato 18/01/17 da Gino Sorbillo nella sua pizzeria, portando un’impasto indiretto con lievito madre profumato alla birra; condimento provola di Agerola, tarallo napoletano con sugna pepe e mandorle tostate, pancetta croccante, spuma di birra nastro azzurro e julienne di basilico
– Nomina di ambasciatore pizzaiolo nel mondo ricevuta il 25/02/2017 da Massimiliano de Stefano
Chi è Salvatore Campolattano?
Un giovane pizzaiolo maddalonese che si sta facendo strada, e sta piano piano conquistando il mondo con le sue pizze, vi consigliamo di visitare la sua pagina facebook
https://www.facebook.com/SalvatoreCampolattano1994