0 00 3 min 3 anni 209
Dopo la diretta Facebook del 1° Maggio in cui venivano annunciate le novità della Fase 2, il presidente della Campania modifica alcune decisioni

Vincenzo De Luca, presidente della Regione Campania, fa marcia indietro. Dopo aver annunciato ieri una nuova ordinanza che sanciva l’obbligatorietà delle mascherine per tutti, il divieto di jogging e dell’asporto di prodotti gastronomici presso le attività di ristorazione, il governatore cambia idea. De Luca infatti ha tenuto stamattina una riunione con la task force e i presidenti della Camere di Commercio di tutte le province, al termine della quale si è deciso che dal 4 maggio i campani potranno uscire liberamente senza limiti d’orario – sempre con la mascherina – e sarà consentito l’asporto per tutta la ristorazione. La vendita dovrà tuttavia essere attuata dietro prenotazione telefonica o online e la clientela dovrà aspettare fuori mantenendo le misure di distanziamento sociale. Nessuno potrà entrare nei locali o consumare pasti all’interno. Il mancato rispetto delle norme comporterà la chiusura del locale per una settimana. Consentita inoltre la corsa: solo in quest’ultimo caso si dovrà rispettare la fascia oraria che va delle 6.00 alle 8.30.

Coronavirus, De Luca: “Mascherina obbligatoria per tutti. Chi torna dal Nord va in quarantena” (VIDEO)

IL COMUNICATO DELL’UNITÀ DI CRISI REGIONALE

Si è decisa la riapertura all’attività dell’asporto sulla base di queste norme:

1) Il servizio viene svolto sulla base di prenotazioni telefoniche o online.
2) Il banco vendita sarò posto all’ingresso dell’esercizio commerciale.
3) I gestori sono responsabili del distanziamento sociale e anche di quello di eventuali riders per il delivery.
4) E’ assolutamente obbligatorio l’uso da parte del personale di mascherine e guanti.
5) Il mancato rispetto delle norme comporterà la chiusura per una settimana del locale.

È un atto di fiducia sul senso di responsabilità di tutti. Rimane l’obbligo per ognuno di contribuire alla non diffusione dell’epidemia. Si farà alla fine della prossima settimana una verifica. Eventuali comportamenti errati porterebbero alla revoca di queste decisioni.

Si è deciso inoltre, anche in conseguenza delle decisioni di questa mattina, di eliminare le fasce orarie in cui era consentita l’uscita dei cittadini. Rimane in vigore la fascia oraria tra le 6 e le 8.30 del mattino che viene riservata a quanti intendono svolgere attività sportiva anche con corsa veloce e senza mascherina (jogging), rispettando comunque il distanziamento sociale.

Si ribadisce per quanto riguarda la nautica, che sono consentite le attività di manutenzione e rimessaggio e anche la consegna delle imbarcazioni.

Covid-19, Lega Serie A: “Finire la stagione”. Il Napoli torna ad allenarsi

PER TUTTE LE NOTIZIE DI GIORNALENEWS CLICCA QUI