0 00 2 min 3 anni 84

CASERTA- (di Amelia Ziccardi) Il termine ultimo per le assegnazioni provvisorie per il prossimo anno scolastico è stato fissato al 20 settembre 2020

Il Ministero non ha ancora avviato il confronto con i sindacati per la stesura del CCNI su utilizzazioni e assegnazioni provvisorie del personale docente, ATA ed educativo dell’anno scolastico 2020/21. Tale data però rappresenta un grave problema per i docenti titolari fuori provincia e ancor più fuori regione, per i quali si preannuncia un eventuale rientro nel proprio comune di residenza, non prima del 15 settembre,  considerato che le procedure vengono espletate “a tappe” per cui molti docenti, che avrebbero diritto ad una assegnazione/ utilizzazione,  saranno costretti a prendere servizio e restare lontano da casa almeno un paio di settimane, affrontando notevoli costi e difficoltà nella gestione familiare.

Probabilmente il termine “lungo” è stato scelto per fotografare al meglio il fabbisogno dell’organico di fatto, ma questo comporterà inevitabilmente un grave disagio soprattutto  per i docenti meridionali “esiliati”al nord.

Tuttavia con la circostanza che le operazioni di assegnazione / utilizzazione, vengono effettuate a mano, si rischia la perdita di molti posti in organico di fatto considerati i tempi diversi di lavorazioneper ogni USP

Buona la proposta di una presa di servizio online o presso la scuola Polo provinciale per i docenti che hanno presentato domanda di mobilità annuale per il prossimo anno scolastico, meglio ancora prevedere la possibilità di riaprire le operazioni per gli uffici territoriali che concludessero prima degli altri, nel caso dovessero liberarsi nuove cattedre, ed ancora possibilità di disporre la AP anche su spezzoni orari d cattedre miste

Si spera che anche in questo caso non si navighi a vista, come sta accadendo per tutto ciò che concerne il mondo della scuola