0 00 4 min 5 anni 121



Inaugurazione in grande stile della nuova sede del Centro Democratico situata in Corso I Ottobre a Maddaloni. La cerimonia di apertura dei locali, coincisa anche con la presentazione della lista dei candidati, si è tenuta ieri sera alla presenza delle massime cariche provinciali e regionali del partito e con la partecipazione del candidato a sindaco del centrosinistra Giuseppe Razzano. All’importante appuntamento politico hanno partecipato l’avvocato Giovanni Zannini, consigliere regionale e capogruppo a palazzo Santa Lucia, l’ingegnere Pino Riccio segretario provinciale del partito e consigliere comunale a Marcianise e  Maddalena Corvino, attuale vicesindaco al comune di Caserta. A moderare i lavori, c’era l’avvocato Domenico Rienzo, candidato al consiglio comunale e attuale coordinatore cittadino del Centro democratico. Il primo ad intervenire al dibattito politico, è stato il segretario provinciale Pino Riccio che si è dimostrato soddisfatto per l’apertura della nuova sede in corso I Ottobre che “rappresenta un importante segnale per la crescita del nostro partito radicato ormai su tutto il territorio regionale”. Breve e sostanziale la dichiarazione di Maddalena Corvino. “Vi voglio solo incitare e non mollate perché la gente è stanca e preferisce le persone perbene. Siamo a vostra disposizione come partito” – ha precisato il vicesindaco al comune di Caserta. Non poteva far mancare il suo sostegno e la sua vicinanza l’avvocato Giovanni Zannini che ha focalizzato il suo intervento sulla campagna elettorale per le Comunali nella città di Maddaloni.      “La città di Maddaloni ha bisogno di un sindaco fermo e deciso – ha dichiarato il consigliere regionale – e l’amico Peppe è già al lavoro per essere operativo nei primi cento giorni del suo mandato. Naturalmente la presenza del Governatore De Luca e di una certa filiera istituzionale è il classico esempio di compattezza. Abbiamo bisogno di un nuovo modello di fare politica, – ha concluso il penalista – stabilendo delle priorità a favore dei cittadini e delle categorie meno abbienti”.  Ha chiuso i lavori Peppe Razzano, candidato a sindaco per il centrosinistra che ha dichiarato: “Ci tengo molto a questo partito, che annovera tra le proprie fila persone perbene e amici di vecchia data. Approfitto di questo appuntamento politico per rispondere al mio avversario Andrea De Filippo sulla richiesta da lui formulata di un confronto pubblico. Nel suo gruppo ci sono anche persone ineleggibili e non va votato perché da almeno trent’anni fa politica in questa città. Lui rappresenta una continuazione della precedente amministrazione e si nasconde dietro una lista civica ma in realtà è solo il candidato del centrodestra. Noi abbiamo il dna politico pulito mentre dall’altra parte non lo so, ed è questo il motivo che mi ha indotto a rifiutare ogni tipo di dibattito pubblico in piazza. Chiedo a tutti voi – conclude Razzano – fiducia, disponibilità e pazienza per evitare il dissesto finanziario e riportare la nostra Maddaloni alla normalità”.