0 00 4 min 5 anni 117


 
E’ partita ufficialmente la campagna elettorale, e come previsto la periferia sta rivivendo la solita commedia preparata ad arte dai vecchi politicanti.
Per questo motivo, che da giorni ho iniziato il porta a porta e nella lettera di seguito elencata, metto copia degli atti protocollati in comune a dimostrazione dell’attività politica svolta fin qui,  e non  come stanno  facendo altri candidati che si ricordano dei problemi solo ora.
E’ sorprendente però vedere la vocazione politica di certi personaggi, che escono solo durante la campagna elettorale e niente hanno prodotto in termini di denunce e atti formali.
Auspico che questi personaggi insieme ai movimenti politici e liste civiche, continuino l’impegno oltre le elezioni di giugno, e soprattutto pubblichino i propri redditi, così come ho fatto io.
Al  mio candidato sindaco Razzano chiederò l’istituzione dell’assessorato alla periferia che avrà un compito non facile e  l’istituzione di un numero verde o applicazione dove il cittadino potrà segnalare i guasti sulla pubblica illuminazione e  la sede stradale, il controllo del vicinato, il miglioramento della qualità della periferia impone  soprattutto il potenziamento e la realizzazione di interventi sulla pubblica illuminazione, videosorveglianza, trasporto pubblico, servizio verde, manutenzione stradale.
Otre a queste tematiche,  proporrò la riproposizione della consulta ambiente, la questione cimitero ( 450,0000 mila euro in cassa dovuti alla vendita dei lotti terrieri per cappelle private,  che fine hanno fatto), l’assicurazione sulle strutture pubbliche, il mercato agroalimentare e  la fiera settimanale, il problema parcheggi a pagamento, le opere secondarie delle lottizzazioni a che punto sono, PEEP indicare una commissione per verificare lo stato d’arte delle case, SIAD e PUC e la questione antenne telefoniche (regolamentazione) e l’adesione all’osservatorio regionale del termovalizzatore,  l’attuazione del protocollo d’intesa sul collettore fognario di via Cancello e l’installazione di colonnine di rilevamento per l’aria e diassuasori di velocità in città, oltre il potenziamento dei bus in periferia.
Francesco COSTANTINO
PD Maddaloni
candidato al consiglio comunale
IL CORAGGIO DEL CAMBIAMNETO NON HA BISOGNO DI COMPROMESSI
 
Nel 2013 decisi di candidarmi alle comunali, ottenendo la fiducia di 170 cittadini, perché volevo rinnovare il modo di fare politica, stanco di assistere al continuo declino della nostra città e ricucire l’isolamento riservato alla periferia dalla politica.
Purtroppo, nonostante le battaglie portate avanti, mi ritrovo spesso oggetto di calunnie, false illazioni preparate ad arte da chi cerca di fermare il cambiamento avviato tempo fa.
Nonostante tutto, ho ricevuto la stima e la vicinanza di tanti, che mi hanno incoraggiato a non arrendermi, chiedendomi al tempo stesso di ricandidarmi quale consigliere comunale, poiché la mia schiettezza e il senso della legalità, con cui mi impegno quotidianamente nel fare politica, mi rendono una persona LIBERA, SENZA CONTAMINAZIONI ALCUNE.
In questo momento storicamente importante, siamo dunque chiamati ad un atto di responsabilità democratica, pertanto ho deciso di ricandidarmi alle prossime elezioni comunali della nostra città.
Io sono pronto. Se lo sei pure tu, sostienimi.
 
NON LAMENTATEVI POI DI NON ESSERE CONSIDERATI, SE VI AFFIDATE AGLI INCANTATORI DI SERPENTI.