0 00 2 min 2 anni 136
A convincerlo è stato il direttore sportivo Alberico Vitullo che ha fatto un vero e proprio colpaccio

È il nuovo “braccio di fuoco” della Normanna Volley Aversa, uno dei talenti più corteggiati della categoria. Si tratta di Davide Cester, l’opposto della prima avventura in Serie A3 della società aversana. Il 23enne nato a Motta di Livenza è alto 196 centimetri ed carico per questa avventura con la maglia della Normanna. È cresciuto nella splendida fucina di talenti del Volley Treviso, una delle realtà migliori di tutta l’Italia. Dal 2013 al 2016 è stato nella realtà trevigiana in B2 ma evidentemente era sprecato per la categoria e ad appena 19 anni arriva subito la telefonata da Grottazzolina, cittadina marchigiana di 3 mila anime in provincia di Fermo, che gli fa fare il grande salto in A2. Se ne accorge Reggio Emilia che lo porta ad affrontare una nuova stagione nella seconda serie italiana. Poi è in B con la 4 Torri Ferrara prima della sfida calabrese con Corigliano.

Casertana, ad Arienzo uno dei quartier generali: stipulata convenzione per lo stadio Comunale

Resta al sud e tra poche settimane sarà ad Aversa per il via della preparazione atletica. Grinta, carattere e cuore non mancano: a lui saranno affidate le palle per chiudere i match. Sarà lui a far sognare gli esperti tifosi di volley della città di Aversa. All’attivo ben 564 punti, e la bellezza di 329 nella terza serie italiana nella stagione 2019-20. Quando è andato “male” ha messo a terra 13 punti, ma è stratosferico il suo best scorer con 30 punti nel match contro Modica del 17 novembre scorso.

PER TUTTE LE NOTIZIE DI GIORNALENEWS CLICCA QUI