0 00 4 min 2 anni 127
De Luca: “Ci stiamo rilassando troppo, i positivi sono tanti. Rischiamo di entrare in zona rossa e di richiudere tutto”

Consueto appuntamento con la diretta Facebook del venerdì di Vincenzo De Luca, presidente della Campania, che sorvola sulla crisi di governo in atto ma non risparmia critiche nei confronti del M5S. “La sindaca di Torino Chiara Appendino è stata condannata per i fatti accaduti in Piazza San Carlo il 3 giugno del 2017, in occasione della finale di Champions tra Juventus e Real Madrid. Il giustizialismo grillino non si è visto in questo caso, come successo tra l’altro per la Raggi e Nogarin. Forse dovrebbero chiedere scusa per i loro atteggiamenti assunti in passato. Lo stesso dicasi per il loro cambiamento circa le alleanza politiche. È indegno lo spettacolo a cui stiamo assistendo per quanto riguarda il convincimento di alcuni parlamentari a sostegno del governo. Siamo di fronte al mercato della politica”.

“ITALIA NON PRONTA PER IL RECOVERY PLAN”

“Non ho sentito nessun membro del governo parlare del percorso da compiere quando arriveranno i soldi nel Next Generation EU. Non apriremo neanche mezzo cantiere per come siamo combinati dal punto di vista amministrativo, giudiziario e del codice degli appalti. In Campania ci abbiamo messo 2 anni per compiere l’iter burocratico per realizzare 15 impianti di compostaggio. Il governo è a zero, saremmo già dovuti essere pronti sei mesi fa”.

“ABBIAMO ASSISTITO AL MERCATO NERO DEI VACCINI”

“I contratti tra la UE e le aziende produttrici dei vaccini sono secretati: già questo indica che c’è qualcosa che non va. Per quanto riguarda l’Italia, la prima distribuzione dei vaccini ha penalizzato la Campania, stiamo lottando per recuperare quanto ci è stato tolto. Cioè un vaccino per ogni cittadino e non sulla base del personale medico e delle RSA presenti nelle regioni. Ad oggi il Ministro della Salute non conta nulla, siamo in mano al burocrate Arcuri (commissario nazionale della salute, ndr).

Per raggiungere l’obiettivo che ci siamo posti, ovvero vaccinare i campani entro il 2021 dovremmo effettuare 50 mila vaccini al giorno. Con questo ritmo di fornitura non potremo riuscirci, se ne parlerà nel 2022. È un idiozia parlare di immunità di gregge entro l’autunno prevista da qualche membro del dissolto governo. La nostra priorità è vaccinare gli ultra ottantenni, a febbraio avremo 240 mila vaccini. Chiedo agli over 80 l’adesione alla campagna vaccinale che partirà il 10 febbraio.

La zona gialla ha creato un rilassamento tale da rischiare il passaggio direttamente in quella rossa. Il numero dei positivi è abbastanza alto: se continuano ad aumentare dovremmo chiudere nuovamente tutto. E ci aspettiamo un aumento con la riapertura delle scuole. Serve la massima attenzione e prudenza: tutto dipende dal nostro comportamento”.

SCUOLA: “FAMIGLIE HANNO ESIGENZE DIVERSE”

“Abbiamo lavorato per potenziare i trasporti nell’ipotesi di un’apertura della didattica in presenza al 75%, investendo 26 milioni per il potenziamento per evitare assembramenti. Poi il CTS ha deciso un’apertura al 100%: una scelta grave, avallata erroneamente dal premier Conte per difendere la ministra Azzolina e per scaricare le gravosità sulle Regioni. Da lunedì scorso siamo stati inondati da sollecitazioni di vario carattere: il tema della presenza è un qualcosa di complicato, serve equilibrio tra le esigenze delle famiglie. Alcune non possono accompagnare i figli in orari diversi, anche per quanto riguarda il trasporto. Altre hanno figli immunodepressi. Di questi problemi ne abbiamo parlato alle autorità scolastiche, ora devono decidere l’organizzazione dell’attività”.

CLICCA SUL LINK PER RIVEDERE LA DIRETTA DI DE LUCA

https://www.facebook.com/vincenzodeluca.it/videos/3611847112267610/

PER TUTTE LE NOTIZIE DI GIORNALENEWS CLICCA QUI