0 00 3 min 2 anni 140

MADDALONI- «Coprifuoco anticipato alle 21». Così parlò il sindaco Andrea De Filippo che anticipa l’orientamento che di fatto è scaturito dal confronto con i capigruppo tenuto ieri. E’ solo uno dei provvedimenti che saranno adottatati nei prossimi giorni. Per la precisione a partire da lunedì.

Sindaco c’è mobilitazione, nervosismo e inquietudine. La situazione pandemica desta preoccupazione?

Se volessi sintetizzare lo stato attuale potremmo farlo dicendo, quello che poi è quello che ripeto da settimane, che la “situazione è grave ma non è seria”. Mi spiego: è grave perché stiamo parlando di una pandemia. Ma non è seria perché non esiste nessun picco di contagi.

Può essere più dettagliato?

Da due settimane, sebbene abbiamo il tasso di contagiati più alti della Provincia, si registra una condizione di invarianza della curva dei contagi ovvero nessun incremento. C’è un altro dato aggregato: non c’è discesa dei contagi ovvero della curva come si rileva in altri contesti territoriali. Quindi, non serve allarmismo ma un’azione di rafforzamento delle norme anticontagio. L’anticipazione del coprifuoco è una di queste.

Ce ne sono altre?

Si, all’unisono con il consiglio comunale, chiederemo al Prefetto di intensificare le azioni di contrasto e i controlli delle norme anticontagio. E’ il caso di ripetere che questa attività compete, in maniera esclusiva alle forze dell’ordine. Per questo chiediamo un’azione di vigilanza più capillare anche per dare risposta efficace e non solo a chiacchiere a tutte le segnalazioni, reali o allarmistiche, sul mancato rispetto dei «criteri di distanziamento e dei criteri dell’isolamento fiduciario». L’unica risposta può arrivare dalle forze dell’ordine: lunedì invieremo la nota.

Attenzione e non eccessiva preoccupazione. E’ questa la filosofia condivisa con i capigruppo consiliari?

Dovremo convivere a lungo con la pandemia. L’attenzione alle norme è fondamentale così come i conseguenti comportamenti responsabili. Aggiungo che ci sarà un rafforzamento della vigilanza secondo criteri previsti dalla legge. L’anticipo del coprifuoco inoltre entra tra gli atti che vanno in questa direzione. L’obiettivo è perseguibile sempre e solo in collaborazione con le forze dell’ordine.