0 00 3 min 2 anni 152

MADDALONI- Con la sosta selvaggia non si vive, non si lavora e non si cammina soprattutto se si hanno problemi di deambulazione. La situazione è grave e preoccupante. Dopo l’ennesimo episodio di auto che bloccano la gestione dei servizi pubblici, interviene Mario Barbato. Il geometra con i baffi lancia una provocazione. Di chi è la colpa?

Allora di chi è la colpa?

Da semplice osservatore cittadino maddalonese, mi corre l’obbligo di dedicarvi un po’ del mio tempo, per entrare nel merito del Vs. articolo “….. Sosta selvaggia…”.

Prego…

È pur vero che, noi cittadini, automobilisti, per la maggior parte, siamo diventati una categoria a cui tutto è permesso e condiviso, purtroppo, con l’avallo delle forze dell’ordine preposte che, dovrebbero vigilare, sanzionare e dissuadere. Rispondo all’interrogativo ” la copia di chi è?”. Certamente non dei cittadini per bene, ai quali, bisognerebbe riservare e garantire, solo ed esclusivamente, la sicurezza e la vivibilità. Cosa che nella nostra città è divenuta, da tanti e tanti anni, una chimera irraggiungibile

Quindi di chi è deputato al controllo?

Nella certezza di farmi ulteriori nemici, mi è d’obbligo osservare che, a prescindere della carenza organica del Comando Vigili e non ritenendo la motivazione dell’età quale giustificazione idonea al mediocre servizio prestato, credo che tutte le strade conducano e tutti i disservizi al comando della Polizia Municipale.

Quindi parliamo dei vigili…

Il “mediocre servizio” erogato credo che sia il segno di una carenza nella gestione del personale disponibile. Ma c’è una aggravante: è stato smarrito il senso del proprio dovere in ogni ordine di grado.

Ma è solo un problema organizzativo?

Il riscontro fattuale è facile farlo. Mi piacerebbe sapere, vista la gravità dello stato attuale delle cose, da quando sono entrate in vigore le strisce blu, ovvero il servizio di parcheggio a pagamento, quanti verbali, per sosta vietata, sono stati elevati? E su questi numero certi che si possono dare tante risposte. E da questi dati si capirebbero molte cose. Grazie per l’attenzione….