0 00 2 min 6 mesi 35

«L’emergenza Covid ha accentuato in maniera esponenziale quella lavoro rendendo giornate come quella di oggi l’occasione per riflettere sugli interventi che devono essere messi in campo per cercare di creare occupazione e venire incontro a tutti quei settori che sono stati affossati dalla pandemia. Il dovere di chi ricopre un ruolo nelle istituzioni è quello di analizzare i problemi, ma anche quello di trovare delle soluzioni efficaci. E’ in questa direzione che si deve leggere la mia proposta di legge presentata in Regione per cercare di facilitare l’accesso al credito per le piccole imprese e per le partite Iva sulle quali oggi si costruisce l’economia del nostro territorio. C’è un mondo produttivo che ha voglia di lavorare, che è pronto a raccogliere la sfida della ripartenza, ma che ha una grande difficoltà: il credito. Permettere alle imprese, alle partite Iva di accendere a linee di credito con tassi di interesse di mercato, significa consentire a tante famiglie di mettersi in carreggiata, vuol dire consentire a tanti negozi di rialzare la saracinesca dopo la pandemia, significa mettere nelle condizioni tanti piccoli imprenditori, tanti professionisti, ma anche tanti dipendenti che ruotano attorno a questi mondi di costruire un presente ed un futuro. Attraverso la mia proposta di legge, la Regione, a seguito di un accordo con Cassa depositi e prestiti, si fa carico di porsi da garante per tutte queste attività e professionisti per permettere loro di poter accedere a quei finanziamenti necessari a rilanciare le proprie iniziative lavorative. Nei prossimi giorni presenterò a tutte le organizzazioni professionali e di categoria la mia proposta di legge per chiedere il loro supporto in modo da portare, tutti assieme, a casa uno strumento indispensabile al rilancio di questa provincia». Lo dichiara il consigliere regionale Vincenzo Santangelo.