0 00 2 min 7 mesi 70

a cura di Pagine Esteri

Le proteste e le tensioni hanno avuto tutte inizio a Sheikh Jarrah, quartiere di Gerusalemme. Oltre alle manifestazioni dei palestinesi, contro le confische e gli espropri, si sono svolte manifestazioni partecipate anche da ebrei israeliani che hanno sfilato accanto agli arabi per protestare contro gli espropri: una società immobiliare che fa capo ai coloni israeliani reclama nel quartiere di Sheikh Jarrah, nella zona araba occupata della città, la proprietà di terreni appartenuti ad ebrei prima della fondazione dello Stato di Israele. Lo stesso diritto non viene riconosciuto a palestinesi che avevano case e proprietà nella zona ebraica.

Il lancio di razzi da Gaza e i bombardamenti israeliani sono cominciati dopo le manifestazioni e gli attacchi della polizia israeliana alla Moschea Al Aqsa, a Gerusalemme. Il giornalista di AlJazeera, Sawfat Kahlout, ci racconta al telefono il bombardamento e la distruzione della torre al Jalaa, a Gaza, che ospitava gli uffici di AlJazeera, Associated Press e altri media. L’esercito israeliano ha avvisato l’abitante di uno dei palazzi vicini che entro un’ora l’edificio sarebbe stato distrutto. 

In un’intervista audio al direttore di Pagine Esteri, Michele Giorgio, da Gerusalemme ci racconta cosa sta accadendo.

Per tutti gli aggiornamenti, ora dopo ora, sugli avvenimenti, segui il link di paginemesteri.it