00 5 min 3 settimane

I mali dell’Amministrazione Zannini-Lavanga sono tanti e tutti gravissimi (e tali erano anche quelli della passata Amministrazione Zannini-Pacifico-Lavanga). Mali che generano cattiva amministrazione, spreco di risorse pubbliche, ingiustizie ed illegittimità. E di conseguenza tanto contenzioso. Siamo un Comune in lite con tutti e permanentemente in tribunale, per la gioia delle centinaia e centinaia di nomine legali che discrezionalmente vengono effettuate. Contenzioso che troppe volte “grida vendetta” e meriterebbe azioni di rivalsa nei confronti di chi lo ha determinato. Facciamo un esempio tra i tantissimi, relativo ad un ricorso al TAR della Campania (numero di registro generale 3706 del 2023) di un cittadino nei confronti del Comune.

Il ricorrente in data 16.06.2023 chiedeva all’Amministrazione di estrarre copia della documentazione da essa posseduta inerente una contravvenzione del Codice della Strada (non dimentichiamo mai che siamo il Comune al top in Italia per multe:https://giornalenews.it/ambc-mondragone-e-la-citta-delle-multe-primi-in-italia/), nonché la relativa relata di notifica. Quel cittadino solo in data 15/06/2023, tramite consultazione della propria situazione debitoria presso l’Agenzia delle entrate – Riscossione, era venuto a conoscenza della cartella esattoriale, il cui ruolo era stato formato dal comune di Mondragone e, dunque, intendeva regolarizzare la propria posizione debitoria, ovvero opporsi alla pretesa. Ma l’Amministrazione rimaneva silente, violando così gli articoli 22 e seguenti della legge n. 241 del 1990. Ovviamente il comune di Mondragone, che non si è costituito, è stato condannato a consentire l’accesso agli atti entro trenta giorni dalla comunicazione della sentenza e al pagamento in favore del ricorrente delle spese del giudizio, liquidate in euro 1.000,00 oltre accessori di legge.

In un Comune trasparente, dedito alla legalità e al rispetto delle cittadine e dei cittadini, di una tale porcheria (una delle tante) qualcuno verrebbe chiamato sicuramente a rispondere (e a pagarne le conseguenze). Da noi invece tutto “passa in cavalleria” e, anzi, anno dopo anno, tutta la burocrazia apicale (e non) viene positivamente giudicata (dal Nucleo di Valutazione) e retribuita. Vogliamo sperare che qualche Consigliere comunale possa passare in rassegna tutto il contenzioso (quello più recente) e chiedere conto di tante anomalie che vi si riscontrano.

Terminiamo con 2 solleciti e una proposta.

Abbiamo già fatto presente l’inadempienza relativa agli adempimenti da porre in essere per aggiornare il nostro ordinamento alle modifiche recate dal d.lgs. 219/2023 allo Statuto dei diritti del contribuente,  ricordando che le Modifiche allo Statuto dei Diritti del Contribuente sono entrate in vigore il 18 gennaio scorso:https://www.casertanotizie.com/politica/2024/01/25/associazione-mondragone-bene-comune-il-mondo-al-contrario-del-sindaco-lavanga/. E abbiamo richiamato l’attenzione generale sull’articolo 30 del D.lgs. n. 201/2022, recante “Riordino della disciplina dei servizi pubblici locali di rilevanza economica”, che prevede, come è noto, che – in sede di prima applicazione – i Comuni con popolazione superiore ai 5.000 abitanti, tra gli altri, entro il 31 dicembre 2023 avrebbero dovuto approvare una ricognizione della situazione gestionale dei servizi pubblici locali: https://giornalenews.it/ambc-ma-il-consiglio-comunale-ha-approvato-la-ricognizione-gestionale-dei-servizi-pubblici-locali/. Qualche Consigliere comunale può formalizzare queste 2 questioni, chiamando in causa direttamente il presidente del Consiglio comunale?

Quanto alla proposta, venerdì 19 aprile 2024, nell’Aula Paolo VI della Città del Vaticano, ci sarà un nuovo evento straordinario: Papa Francesco incontrerà gli alunni, i docenti e i dirigenti scolastici della Rete nazionale delle Scuole di pace insieme agli amministratori locali, ai rettori e ai docenti universitari firmatari del “Patto di Assisi”. L’AMBC invita ad aderire al Coordinamento Nazionale degli Enti Locali per la pace e i diritti umani  e alla Giornata della Cura delle persone e del pianeta che si svolgerà il 29 febbraio 2024 e a consegnare, in quella occasione, il “Quaderno degli esercizi di cura” agli studenti (tutte le info in: http://www.cittaperlapace.it./news.php). L’AMBC sollecita, altresì, a partecipare e a coinvolgere una delegazione di alunni/studenti e insegnanti all’incontro con papa Francesco (Lavanga è ormai di casa in Vaticano)che si svolgerà dalle ore 9.00 alle ore 11.00. Per partecipare all’incontro con Papa Francesco, è necessario compilare la scheda di pre-iscrizione https://forms.gle/qnmTS93qAKwNMetJ8  entro il 24 febbraio 2024 (per adesioni e info: Tel. 335.1837289 – email: entilocalipace@gmail.com  – www.cittaperlapace.it).

Redazione