00 3 min 2 mesi

L’Azienda Ospedaliera di Rilievo Nazionale  San Pio di Benevento sempre più al passo con i tempi: da oggi sarà possibile richiedere le cartelle cliniche collegandosi al sito web www.aosanpio.it

Un nuovo strumento di sanità digitale, a disposizione dei cittadini –utenti, messo in campo per la prima volta dall’attuale  direzione strategica,   rende più facile la gestione dei bisogni di salute dei cittadini-utenti.

In particolare, la cartella clinica elettronica (CCE)  raccoglie in forma digitale tutti i documenti che raccontano la storia clinica di un paziente. Stop alle file:i cittadini potranno richiedere i documenti sanitari usufruendo della sanità digitale.

Seguendo le indicazioni che si nascondono dietro a semplici click, sarà  possibile consultare e richiedere le cartelle cliniche a partire dall’anno 2017; dal 1 aprile saranno disponibili anche le cartelle cliniche per gli anni che vanno dal 2099 al 2016.

L’accesso ai servizi on line è consentito agli utenti in possesso di una identità SPID. Le credenziali di accesso sono strettamente personali ed il loro utilizzo non è delegabile.

Una volta sulla home page,( https://www.aosanpio.it/.) cliccare sulla voce “Rilascio Cartelle Cliniche on line

A quel punto, basta cliccare il link

“Accedi alla Piattaforma CDS ” ed entrare con Spid (Sistema pubblico di identità digitale) sul portale dedicato.

Sul cruscotto, l’utente potrà visualizzare i documenti sanitari presenti .

Per accedere al contenuto dei documenti sanitari presenti, è necessario procedere al pagamento del ticket collegandosi al servizio PAGOPA fornito dalla Regione Campania direttamente dalla piattaforma.

Il costo per ogni cartella clinica è di cinque euro.

L’ampliamento dell’offerta dei servizi on-line – sottolinea il Direttore Generale dell’Azienda Ospedaliera San Pio di Benevento, Maria Morgante – è  un modo per semplificare, senza spostarsi da casa,  le procedure burocratiche per il  rilascio delle documentazioni sanitarie. Attraverso la digitalizzazione i processi amministrativi relativi all’erogazione della prestazione sanitaria, diventano sempre piu’ efficienti e veloci”

Redazione