00 2 min 1 mese
Consigliere regionale: “Rafforzare mobilitazione in vista delle Europee, perché con l’autonomia la destra condanna l’Italia all’insussistenza a livello internazionale”

“Napoli e la Campania sono mobilitate da mesi nella battaglia contro il disegno folle e ‘spacca Italia’ che il Governo Meloni sta portando avanti con questo progetto di autonomia differenziata. Il Pd è in prima linea e continuerà a combattere per difendere l’unità del Paese e i diritti dei cittadini del Sud”. A dirlo è il consigliere regionale del Pd, Massimiliano Manfredi.

“In questi mesi – aggiunge – si sono succedute una serie di manifestazioni, alcune organizzate dal Pd, altre promosse da diverse realtà nazionali o del territorio, alle quali il partito ha aderito. Proseguiremo su questa linea, spiegando cosa cambierà nella vita delle persone se il ddl Calderoli dovesse essere approvato e provando a coinvolgere maggiormente le giovani generazioni. Oggi, infatti, il problema di fondo è che non c’è la giusta percezione della pericolosità di questo disegno, con il rischio che ricada tutto sui cittadini e sulle famiglie quando ormai sarà troppo tardi”.

“La mobilitazione contro questo progetto di autonomia differenziata – sottolinea Manfredi – deve continuare e rafforzarsi nei mesi che ci accompagneranno alle elezioni europee. L’8 e il 9 giugno, infatti, gli italiani saranno chiamati a scegliere quale idea di Europa vorranno per i prossimi anni. La destra spinge sull’acceleratore per poter utilizzare in campagna elettorale l’approvazione dell’autonomia differenziata che, dividendo il Paese, lo condanna all’insussistenza e a un ruolo marginale nello scenario internazionale. Noi pensiamo invece che un’Italia unita sia più forte anche in Europa. Se il Governo e la destra non si accorgono di questo, tocca al centrosinistra e ai cittadini riportarli sulla retta via”.  

Redazione