00 2 min 2 mesi

Sono stati intercettati nella tarda serata di ieri mentre, a bordo di una Peugeot 208, procedevano a velocità sostenuta su via Ponteselice, nel comune di Recale, nel casertano, in direzione del vicino centro di Capodrise.

I due giovani, noncuranti dell’invito dei carabinieri della Stazione di Macerata Campania, a rallentare ed a fermarsi per un controllo, hanno accelerato repentinamente la marcia innescando così un rocambolesco inseguimento che si è concluso in via Francesco Rao a Capodrise, dove i carabinieri sono riusciti a bloccarli in sicurezza.

L’immediata perquisizione eseguita dai militari dell’Arma ha consentito di rinvenire nella disponibilità dei due, un 41enne di Cardito, nel napoletano, e un 26enne di Orta di Atella, 72 dosi di sostanza stupefacente di cui 32 dosi di cocaina, 39 dosi di crack ed 1 dose di marijuana, per un peso complessivo di circa 30 grammi.

La droga era stata occultata all’interno di una delle portiere dell’auto. Nel corso della perquisizione personale è stata rinvenuta anche la somma di 350,00 euro in contanti, ritenuta provento dell’attività illecita.

Lo stupefacente ed il denaro sono stati sottoposti a sequestro.

I due, accompagnati in caserma, sono stati arrestati e dopo le formalità di rito, sono stati tradotti presso la casa circondariale di Santa Maria Capua Vetere, a disposizione della competente autorità giudiziaria. Dovranno rispondere di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

Redazione