00 5 min 2 mesi
L’annuncio nei giorni scorsi da parte del sindaco Marino e dell’Assessore Casale. La multisala pronta a rinascere dopo il drammatico incendio dell’agosto 2022. Una lunga trattativa di acquisizione portata avanti dall’imprenditore di Maddaloni, leader nel campo del metano compresso e delle Energie Alternative

Sono giorni di felicità e di grande ottimismo per Caserta e i suoi abitanti che, alla vigilia di Pasqua, hanno scoperto che presto la luce della settima arte tornerà a splendere in città. Rinasce il Cinema Duel di Viale Borsellino, la multisala messa in ginocchio dallo spaventoso incendio, di origine dolosa, scoppiato il 26 agosto del 2022 (LEGGI IL NOSTRO SERVIZIO ALL’EPOCA DEI FATTI). Dopo una lunga ed estenuante trattativa, condotta anche in campo estero, il Comune di Caserta ha ufficializzato l’acquisizione del Duel da parte del noto imprenditore Giuseppe Fedele.

Caserta, tra le città che meglio rappresenta il mondo del cinema e dell’arte, potrà finalmente avere una sua casa in pieno centro. All’ombra della Reggia, dove sono partite le straordinarie carriere di Toni Servillo, Peppe Servillo, Marco D’Amore, Francesco Piccolo, Edoardo De Angelis, Roberto De Francesco, Enrico Ianniello, Tony Laudadio, Matteo Garrone, candidato all’Oscar con “Io Capitano“, aspirato a Mamadou Kouassi, leader del Movimento Rifugiati di Caserta, e tanti altri artisti maiuscoli, torna finalmente a splendere la luce di una macchina da presa, anche se il nuovo Duel sarà una sorta di punto di riferimento multitasking della cultura.

La nuova multisala non teme la concorrenza delle piattaforme e si presenterà come un hub culturale pronta ad accogliere diverse forme di arte. Molta importanza sarà data alle proposte dei giovanissimi

La scommessa porta la firma dell’affermato ed accreditato imprenditore Giuseppe Fedele, 52 anni di Maddaloni, operatore nel campo del metano compresso, Vice Presidente della FederMetano e Responsabile Sviluppo Normative Tecniche. Fedele è uno dei massimi esperti di Fonti Energetiche Alternative, nonchè Membro Esperto della ISO presso il Comitato Tecnico Internazionale. Ricevuto in Comune, con il socio Salvatore Pellegrino, dal sindaco Carlo Marino e dall’Assessore alla Programmazione e allo Sviluppo Produttivo, Emiliano Casale, l’imprenditore di Maddaloni ha rilevato a Giornale News la sua felicità per la conclusione di una trattativa difficile ma terminata nel migliore dei modi

La soddisfazione è sicuramente quella di poter dare a Caserta una nuova cornice legata all’intrattenimento. L’intenzione è di creare un hub culturale dove possano convivere più forme d’arte. Il nuovo Duel – afferma Giuseppe Fedeledovrebbe sorgere tra circa 18 mesi anche se faremo l’impossibile per accorciare i tempi. Fino a pochi giorni fa abbiamo concentrato la nostra attenzione sull’immobile, adesso dobbiamo iniziare a pensare alla parte artistica ed è molto probabile il coinvolgimento di partner industriali molto influenti del mondo del cinema“.

  • Una notizia che ha avuto una grande cassa di risonanza. Lei passa dai consolidati successi ottenuti nelle energie rinnovabili e nel metano compresso, al grande mondo del cinema e dell’intrattenimento

C’era da tempo la voglia di investire sul territorio perchè credo fortemente nella mia terra. Sono sincero – continua Fedelele cose sono nate in maniera casuale ma sono contento del corso fatto dal destino. Cercheremo di creare un Duel tutto nuovo perchè bisogna stare al passo con i tempi e con un settore che negli ultimi anni è parecchio evoluto con l’esplosione delle piattaforme che però non devono essere viste come un ostacolo, perchè la magia del cinema resta unica. Ascolteremo moltissimo le idee del giovani che potranno essere una fonte di ispirazione molto importante“.

Giuseppe Fedele

Al momento della firma ho tirato un sospiro di sollievo ed ho pensato che finalmente era arrivato il momento di ricaricare le batterie. Ci aspettano mesi intensi ma – conclude Giuseppe Fedeleper il nuovo Duel contiamo parecchio sul sostegno dei casertani che tanto hanno sofferto la mancanza di una sala. La struttura sorgerà al centro e ci auguriamo possa diventare punto nevralgico per una Caserta protagonista non solo attraverso i suoi figli illustri ma anche in città“.

Vincenzo Lombardi