00 2 min 3 giorni
Carabinieri arrestano 59enne e sequestrano crack, hashish e cocaina

Qualche palo di legno mangiato dal tempo, una lamiera arrugginita come tettoia, sassi e pneumatici per difenderla dal vento.

Al riparo da questa baracca in piedi nonostante i tarli, una Mercedes color prugna e polvere targata Milano.

Vecchia come le assi che la coprono, con i fari anteriori che ammiccano in uno sguardo malinconico.

I carabinieri della sezione operativa sono partiti da lì, da quel cortile in via silvio Pellico, nella cittadina di Castello di Cisterna.

Una piccola corte circondata da palazzine e villette indipendenti. A guardarla sembra la cartolina di un paese di campagna.

Qualcuno racconta ai militari di un strano via vai in una di quelle case. Curioso per quella zona isolata e nascosta al traffico cittadino.

Notte e giorno qualcuno ferma l’auto, raggiunge quel caseggiato e dopo pochi secondi si allontana. Come in un drive-through di un fast food.

Ai carabinieri di Castello di Cisterna questo dettaglio non sfugge, così organizzano un servizio di osservazione.

Nascosti in più punti, anche fianco a fianco a quella berlina tedesca d’altri tempi, i militari attendono il momento giusto per intervenire.

In quella casa si spaccia droga, bisogna intervenire.

Uno di loro s’infila in quel portone e si finge cliente. La trappola e le manette scattano poco dopo.

Domenico Cerrato, 59enne del posto, risponderà di spaccio di stupefacenti.

In casa i carabinieri trovano 74 dosi di crack, 10 di hashish e 6 di cocaina. E ancora 620 euro in banconote di piccolo taglio e materiale per il confezionamento.

Il 59enne è ora in carcere, in attesa di giudizio.

Redazione