00 2 min 3 mesi
Documentato l’abbandono della carta mista a colla in loco o dietro le plance

MADDALONI- E’ senza fine il far west delle affissioni. Smantellati gran parte dei cartelloni 6×3 non in regola, resta irrisolto il problema del decoro del servizio. Basta dare un’occhiata alle plance: più che un attacchino è all’opera un “imbrattino”. Manifesti pubblicitari e annunci mortuari ancora una volta mescolati. Il dolore, il cordoglio, gli addii mescolati alle promozioni commerciali e agli annunci del comune. E così, nonostante plance dedicate, un’ordinanza sindacale, c’è il ritorno del «far west del caro estinto». Incollati un po’ dappertutto e quindi, di sovente, fuori dagli spazi autorizzati: sopra gli annunci commerciali, fuori dalle paline dedicate, sui pali di sostegno. Ma c’è di più. La stratificazione delle affissioni produce delle tavole di carta e colla, che cadono dalle plance. E che succede? Una volta rimossi, i manifesti vengono o abbandonati per terra oppure lasciati sul posto. E l’ultima novità è l’accumulo dietro la plance, e che vengono utilizzati come spazi di affissione. L’ultima trovata è depositare i manifesti rimossi dietro le plance nell’attesa che la pioggia e gli eventi atmosferici provvedano a farli marcire e a disperdere. Ci giungono testimonianze di resti di manifesti abbandonati nei recinti della aree private. Chi controlla i controllori? Ora siamo tornati indietro di 40 anni. Eppure in comune vige un regolamento (firmato dall’ex sindaco Rosa De Lucia) che dichiara guerra al degrado e alla mancanza di rispetto per i necrologi: rimozioni forzate e sanzioni amministrative a carico dei trasgressori. Chi controlli chi? E cosa si controlla?

Manifesti abbandonati dietro la plance

Redazione